09.11.2009 - 09.11.2017.... da 8 anni insieme a voi. Auguri al nostro blog del Comprensorio

giovedì 31 ottobre 2013

Studenti Tedeschi in visita tra le bellezze naturaliste di Sersale e di Zagarise

  Programma di interscambio culturale con il liceo linguistico ‘Fermi’ di Catanzaro con visita dei luoghi più belli del territorio
Hanno lasciato la città con negli occhi i colori del mare e della montagna, ma soprattutto nel cuore l’ospitalità dei docenti e dei loro “colleghi” del liceo linguistico “Fermi”. I ragazzi tedeschi del Gymnasium Bei St. Michael di Schwabish-Holl, città della regione Baden-Wurttemberg, a sud della Germania, hanno concluso il programma di interscambio culturale, visitando i luoghi più suggestivi di Catanzaro e di altre località calabresi.
Si è trattato della terza fase dello scambio culturale che ha visto  nel dicembre scorso la presenza dei ragazzi catanzaresi in Germania. Coordinatrice dell'iniziativa è la professoressa Maria Grazia Leonetti che già da alcuni anni intesse rapporti con i docenti dell'istituto tedesco, ponendo le basi per questa interessante operazione culturale. I docenti che hanno attivamente partecipato all’organizzazione sono Maria Talarico , Susanne Novak , Lucia Graziosa. Il tutto si è svolto sotto la supervisione del prof. Luigi Macrì, dirigente del liceo linguistico “Fermi”.
Gli studenti tedeschi sono stati impegnati in un serrato e articolato programma che ha previsto, tra le altre tappe, visite naturalistiche a Sersale e Zagarise, visite guidate a Reggio Calabria, Scilla e al Parco di Scolacium e, naturalmente, la città di Catanzaro con le sue location più .....

mercoledì 30 ottobre 2013

Stanziati Tre milioni di euro per il potenziamento della vasca sul fiume Simeri con il completamento dell'impianto irriguo Alli- Copanello

Il Presidente del Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese Grazioso Manno ha firmato il contratto di mutuo che rende disponibile la somma di tre milioni di euro per il completamento e ammodernamento dell'impianto irriguo Alli-Copanello nella zona di Germaneto di Catanzaro. Ne da notizia un comunicato dell'ente consortile.
"Si tratta - si legge- della formalizzazione di un risultato importantissimo, perchè, con la firma del contratto apposta dal Presidente Manno e dall'Avvocato Maria Rosaria De Rossi (Procuratore Speciale della Cassa Depositi e Prestiti), si rende operativo un progetto del Consorzio di Bonifica approvato dal Ministero per le politiche agricole alimentari e forestali che, attraverso la Gestione Commissariale dell'ex Agensud per forte propulsione dell'Ingegnere Roberto Iodice, ha cercato e trovato fondi per finanziare opere strategiche per le regioni del Sud nell'ambito del Piano Irriguo Nazionale. Con questo atto propedeutico - é scritto - saranno dunque immediatamente espletata la gara d'appalto per ammodernare tutte quelle condotte pensili (attraverso la sostituzione con quelle in acciaio) che vanno dal fiume Simeri fino alla zona di Germaneto e saranno realizzate le nuove condotte e ponte canale sul fiume Corace e completate le opere di presa della Vasca Simeri. Si comprende che questa parte centrale del completamento e ammodernamento dell'impianto irriguo nella zona di Germaneto, proprio dove insistono Università e Policlinico, Cittadella regionale e variante di tracciato della SS 106, va a completare la visione strategica della zona nevralgica della citta' Capoluogo come centro di smistamento dei servizi per l'intera regione: "Siamo orgogliosi -dichiara Grazioso Manno- di migliorare l'efficacia e l'efficenza di servizi diretti all'agricoltura in una zona che mutuando una nuova vocazione, mantiene scenari e paesaggi ma anche sicurezza idraulica e idrogeologica; senza trascurare che gli stessi servizi che, seppur diretti soprattutto a quel comparto agricolo che "manutiene" di per se qualsiasi territorio, vengono utilizzati anche per usi civici ed industriali". Ultimo aspetto di grandissima rilevanza - si fa rilevare nella nota - é quello che questi tre milioni di euro saranno dunque utilizzati per ammodernare e terminare un impianto irriguo che permetterà un notevole risparmio di acqua che, attraverso un maggiore e migliore utilizzo della Vasca Simeri, potrà essere ....

domenica 27 ottobre 2013

Racconti,Preghiere, e Preci verso San Simone protettore di Vincolise

si racconta :"CHE DURANTE LA TRAVERSATA DELL'OCEANO PER ANDARE IN AMERICA ,LUOGO DI EMIGRAZIONE, DI NOSTRI, TANTI VINCULISARI,DURANTE IL VIAGGIO UNA TEMPESTA MISE HA RISCHIO TUTTA LA NAVE E LA VITA DEI NOSTRI AVI,SI SPEZZO PER LA FORTE TEMPESTA UN ALBERO MAESTRO DELLA NAVE,I PASSEGGERI VEDENDO CIO' INIZIARONO AD INVOCARE IL NOSTRO SANTO PATRONO,IMPLORAVANO LA SUA INTERCESSIONE X NN FARLI AFFONDARE E SALVARLI,SENTIRONO UNA VOCE CHE LE DICEVA :_"ANIMA PAISANI MEI UN V'ACCORATI,CULIGNU L'AJU SUBBRA I SPADI MEI "_IMPROVVISAMENTE LA TEMPESTA SI PLACO',IL MARE SI CALMO',LA NAVE NON AFFONDO.....E TUTTI SI SALVARONO.Ancora oggi i nostri emigrati che stanno in america tornano x la festa nel borgo.....e se non possono venire non fanno mai mancare il loro contributo
GRIDO D'AMORE ,GRIDO DI FE' DA VINCOLISE SI ELEVA A TE...SOTTO L'OMBRA DEL NOSTRO GRAN SANTO SU VENITE GIULIVI E FESTANTI,SU VENITE ,DI STIMOLI SANTI LARGO STUOLO N'AVRETE NEL BEN...QUESTO E' L'INNO DI FERVIDI CUORI CHE IN LETIZIA NOI A TE RIVOLGIAMO E FEDELI DEVOTI NOI SIAMO,O SIMONE PROTEGGIMI TU..GRIDO D'AMORE GRIDO DI FE' DA VINCOLISE S'ELEVA A TE........


al cuor nostro con fervore si sprigiona di gioia un canto all'apostolo del signore nostro santo protettor. protettore della gente della nobil di Vincolise, t'acclamiamo con amore e di fiamma vive il cuor, come in vita a te fideli si votaru i padri nostri di quell'avi discendenti anche noi ti diamo il cuor. dal divino tuo potere consolarti nel dolore. siamo certi d'ottenere ogni grazia del signor....o San Simone de ….

venerdì 25 ottobre 2013

Alcune precisazioni del gruppo "La Svolta" sul progetto "6000 Campanili" presentato dalla giunta di Simeri Crichi

riceviamo e pubblichiamo  
         Simeri Crichi - Programma 6000 Campanili
 
Prendiamo atto della scelta dell'amministrazione comunale di Simeri Crichi di accogliere l'istanza presentata dal gruppo di minoranza 'La Svolta'. Due settimane fa i consiglieri Michele Gigliotti e Maria Costa, hanno reso noto al Sindaco dell'importanza di aderire al programma '6000 campanili', previsto nel Decreto del Fare. Programma che consente ai comuni con meno di 5000 abitanti di ottenere finanziamenti per piccole opere con costi compresi tra i cinquecentomila e il milione di euro. Gigliotti e Costa pur compiacendosi della scelta della Giunta di prevedere il rifacimento della strada crichi-silipetto, non possono nascondere l'amarezza per il comportamento dirigistico del Sindaco che ha omesso di convocare un'apposita riunione con i consiglieri comunali, così come richiesto dagli stessi consiglieri d'opposizione. La riunione era tesa a stabilire congiuntamente il miglior impiego delle somme erogabili con il programma '6000 campanili'. I due consiglieri di minoranza, oltre ad aver segnalato al Sindaco l'esistenza di una grande opportunità per lo sviluppo del paese, che probabilmente sarebbe andata persa, hanno suggerito tra gli interventi l'adeguamento del plesso scolastico alla normativa antisismica e la messa in sicurezza del cimitero di Simeri Crichi. In ogni caso la riunione, se diligentemente convocata, avrebbe permesso di giungere ad una scelta più oculata e partecipata e sarebbe servita al Sindaco anche per contenere ed ....

giovedì 24 ottobre 2013

Delibera per un contributo di circa un milione di euro approvata dalla giunta comunale di Simeri Crichi per la strada Crichi - Silipetto. La pratica è connessa al programma "6000 Campanili"

riceviamo e pubblichiamo


La Giunta comunale, presieduta dal sindaco Marcello Barberio, ha approvato con votazione unanime le delibere 81 e 85 del 21 cm, di approvazione dei lavori di adeguamento strutturale della strada Crichi-Silipetto e di richiesta del contributo di un milione di euro al Ministero delle infrastrutture e dei trasporti. La strada collega il centro urbano con la provinciale per Catanzaro, con la zona marina e con la megacentrale Edison.

La pratica è connessa al programma “6000 campanili”, che riguarda i comuni con meno di 5000 abitanti, i quali possono presentare un solo progetto, scoraggiando la demagogia del +1. Va precisato che l’auspicato finanziamento - al momento e fatti salvi più favorevoli provvedimenti governativi - sarà soggetto al tanto osteggiato patto di stabilità interno degli enti locali, che condiziona pesantemente e comprime la capacità di spesa dei Comuni, anche di quelli finanziariamente virtuosi come quello di Simeri Crichi, che, pur disponendo di liquidità di cassa, deve lasciare i soldi in banca, senza poter onorare diversi impegni di lavoro.
Un assurdo in tempo di crisi generale, quando i cittadini chiedono lavoro e le articolazioni dello Stato propongono sacrifici, per sanare le gestioni allegre del passato. Così i Comuni scoppiano e gli amministratori vengono delegittimati dalla stessa opinione pubblica, costretta ad ascoltare spiegazioni troppo specialistiche, che possono apparire finanche bizantine. Per il 2014 il Governo prevede un miliardo di euro per i Comuni con bilancio attivo. Poca cosa, che comunque non libera sin da subito le risorse degli enti locali con qualche capacità di spesa.
Utilizzo l’occasione per rivolgere l’ invito ai colleghi sindaci calabresi di far sentire pressante la loro voce al ministro per gli affari regionali, Graziano del Rio, per un più .......

martedì 22 ottobre 2013

Sila Piccola il corpo Forestale sequestra 13 kg di funghi per irregolarità nella commercializzazione

Tredici chilogrammi di funghi sono stati sequestrati per irregolarità nella commercializzazione dagli agenti del Corpo Forestale dello Stato del comando provinciale di Catanzaro. Anche in considerazione dei recenti gravi casi di intossicazione da funghi avvenuti in Calabria, gli agenti hanno intensificato i controlli, oltre che all'interno delle aree boscate, anche lungo le principali vie di comunicazione nelle zone di montagna della Sila Catanzarese, tenuto conto del perdurare delle favorevoli condizioni climatiche idonee allo sviluppo dei funghi.
Nel corso dei controlli, in località Pantano del comune di Taverna, è stato individuato un uomo che esponeva per la vendita i funghi, totalmente privo delle autorizzazioni necessarie e, in particolare, senza la prevista autorizzazione comunale, il certificato micologico dell'ASP e la tessera professionale necessaria. All'uomo è stata contestata la violazione sia della legge 353/93 che della legge regionale 9/09. I funghi, esposti alla vendita su un fuoristrada, sono stati sottoposti a sequestro amministrativo unitamente alla tessera amatoriale posseduta e non idonea per la vendita. I funghi sequestrati, appartenenti alla specie Clitocybe Costata, il cosiddetto imbutino, sono stati consegnati al Comune di

lunedì 21 ottobre 2013

Il gruppo la Svolta propone all'amministrazione comunale di Simeri Crichi l'adesione al programma ""Seimila Campanili" per poter benificiare di contribuiti per i comuni con meno di 5000 abitanti


riceviamo e pubblichiamo


Uno STRUMENTO IMPORTANTISSIMO PER LO SVILUPPO DEL TERRITORIO, SOPRATTUTTO IN UN MOMENTO DI CRISI COME QUELLO ATTUALE.


 

Gentile Signor Sindaco,
i sottoscritti consiglieri comunali Le fanno presente che il Decreto del Fare[1], recentemente licenziato dal Governo Italiano, contiene all’art.18 comma 9, il programma meglio conosciuto come “Seimila Campanili”, relativo alla realizzazione di opere nei Comuni sotto i 5.000 abitanti.
Con il D.M. n. 317 del 30.8.2013 è stata approvata la Convenzione relativa al Programma "6000 Campanili", contenente alcune modifiche migliorative richieste dall'ANCI. Inoltre, in data 9.10.2013 è stato  pubblicato in Gazzetta Ufficiale il decreto di approvazione della convenzione.
Avendo preso atto che il Comune di Simeri Crichi è annoverato tra quei comuni calabresi abilitati alla richiesta di erogazione del contributo finanziario, La si rende edotto del fatto che <[2]
ed aggiudicabili tramite un’unica procedura>>.
Nel farLe altresì presente l’importanza rappresentata dall’ottenimento di un contributo avente tale entità, gli scriventi La invitano ad attivarsi tempestivamente al fine di predisporre quanto necessario per perfezionare la procedura prevista dal D.M. già menzionato. Le si rappresenta infatti che le richieste di contributo, redatte secondo lo schema di cui all’allegato 2 della convenzione, potranno essere inviate all’indirizzo pec@6000campanili.anci.it a partire dalle ore 9,00 del giorno 24 ottobre 2013 (quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione in Gazzetta Ufficiale) come previsto dal comma 3 dell’art. 7 della Convenzione (con la modifica introdotta dall’atto aggiuntivo).
Chi scrive, in via prioritaria e preventiva, Le chiede di convocare una riunione alla presenza dei consiglieri comunali, affinché si discuta delle migliori opportunità offerte dalla adesione a tale Programma[3]. A tal riguardo, val la pena di menzionare la messa a norma del Cimitero Comunale di Simeri Crichi, ristrutturazione dell’edificio scolastico già

venerdì 18 ottobre 2013

Cadiu u Castellu! Seconda parte.Un piccolo ricordo di tanti anni fa dedicato al mai dimenticato Mimmo Zicchinella. Episodio che rispecchia anche la situazione attuale di Sellia.

sellia panorama del castello sellia racconta 13
Seconda parte del ricordo su  un giorno di tanti anni fa che avrebbe potuto cambiare  le sorti di Sellia invece le cose andarono come non sarebbero dovute andare
Ramuscellu d’olivu o ramuscellu e caciaru? Voi quale scegliete?
Avevamo perso eppure dove ti giravi vedevi gente che aveva votato per il Castello, vedevi tanti ragazzi “incazzati”, furibondi, increduli, delusi. Un spaurito corteo di persone con degli alberi di ulivo ( increduli più di noi) inneggiavano timidamente cori per l’inaspettata vittoria. Tanti ragazzi infuriati salirono proprio in direzione del castello. Mimmo che osservava ogni cosa rimanendo a rincuorare tutti noi che ci buttavamo sulle sue larghe spalle mentre come un bravo dottore ci ridava gioia, speranza.Fece salire 2 casse di birra per i ragazziche si erano diretti verso il castello i quali dopo il giusto momentaneo avvilimento (forse anche per l’effetto della birra) iniziarono un festoso corteo di macchine con tanti rami di caciari. Subito si accodarono altre auto cosi un lungo serpentone andava giù verso le palazzine suonando festosamente. Tante persone uscirono fuori, una in modo particolare la ricordo ancora ora; appena mi vide con preoccupazione mi disse ma u medicu u’nperdiu? Io risposti deciso U medicu u perda mai! Mentre Mi avvio tristemente togliendo lo sguardo dal castello vedo in tutto il suo tetro splendore il cavalcavia autostradale emblema dell’amministrazione che si vantò di aver fatto cadere il castello, ma soprattutto vesillo di chi  ancora oggi cerca nel moderno il futuro di Sellia quando l’unico futuro  è il vecchio borgo, anch’esso come il castello diroccato, miseramente abbandonato.  Ciao Mimmo con...

giovedì 17 ottobre 2013

Presentato a Magisano il libro sulla storia di Antonio Greco figura importante del risorgimento Italiano nato nella frazione di Vincolise

 "IN NOME DI DIO,IN NONE D'ITALIA INSORGIAMO COSI ORDINATAMENTE DA FAR VEDERE ALL'EUROPA CHE NOI SIAMO FIGLI DEGENERI IN QUESTA MAGICA TERRA CHE RICHIAMA ITALIA......AL MARTIRIO E' SUCCESSO IL TRIONFO.ALLE CATENE LA LIBERTA' AL NOSTRO CONTEGNO E' DOVUTO SORGERE QUESTO GIORNO"....A.GRECO_24 AGOSTO 1860...

Cari vinculisari, in questi giorni a Magisano Cesare Mule' ha presentato un libro che ha come protagonista Antonino Greco figlio di questo borgo fatato, anche se in quel contesto di fatato nulla c'era, perchè fu' un'illustre esponente del risorgimento.. questo volume scritto e presentato dal prof Mulè ci conduce indietro cn il tempo, nel periodo risorgimentale calabrese, all'epoca il popolo calabrese viveva momenti difficili perché era oppresso dai borboni e personaggi come il nostro "GRECO" sacrifico la sua libertà per assicurarla a noi tutti ,questa grande famiglia protagonista per la nascita del borgo fatato, si stabili a Vincolise nel 1600 nel palazzo risalente 1500, e nel 1819 nacque ANTONINO GRECO_mori nel 1908.Il palazzo di famiglia e ancora orgoglio di tutti noi del borgo e situato alla parte alta, del borgo fatato, meta' di vari visitatori, entrando nelle varie stanze si respira aria di altri tempi ,di cavalli e cavalieri, dame e donzelle, tutto questo si puo' ancora ammirare grazie al lavoro minuzioso e costante di Gianni Greco che dal 1990 abbandonando Roma e ritornando al borgo ha fortemente voluto far rivivere e riprendere quel Palazzo che un tempo diede i natali ai suoi avi riuscito quasi ha portarlo hai vecchi splendori con .......

mercoledì 16 ottobre 2013

Inchiesta sull'impianto di Alli: i comuni di Simeri Crichi e Catanzaro assieme alla Provincia più alcune associazioni ambientalisti sono state ammesse come parti civili.

Processo “Pecunia non olet” sull’impianto di Alli: 
il Gup ammette le parti civili

 Le Amministrazioni comunali di Catanzaro e Simeri Crichi, la Provincia del capoluogo calabrese ed alcune associazioni ambientaliste sono state ammesse come parti civili nel procedimento a carico di quindici persone coinvolte nell’inchiesta della Procura della Repubblica di Catanzaro denominata “Pecunia non olet” su presunti gravi illeciti in materia fiscale ed ambientale connessi alla gestione dell’impianto di smaltimento rifiuti di Alli, nel catanzarese. Il giudice dell’udienza preliminare di Catanzaro, Maria Rosaria Di Girolamo, si è pronunciata in merito alla questione, escludendo uno solo fra gli Enti che avevano presentato l’istanza, l’associazione “Anpa”. Di seguito i numerosi avvocati hanno sollevato una serie di eccezioni preliminari, fra le quali una su un’asserita incompetenza territoriale del giudice, rispetto a cui la riserva dovrebbe essere sciolta alla prossima udienza del 29 novembre. Tra gli indagati per i quali il pubblico ministero titolare dell’inchiesta, Carlo Villani, ha chiesto il rinvio a giudizio compaiono imprenditori, professionisti, funzionari dell’Ufficio per l’emergenza ambientale in Calabria, Graziano Melandri, ex Commissario delegato per l’emergenza ambientale in Calabria dal 9 marzo 2011 - che si dimise dall’incarico proprio nel corso dell’inchiesta - e l’assessore all’Ambiente della Regione Calabria, Francesco Pugliano, coinvolto nella vicenda nella sua qualità di ex sub-commissario dell’Ufficio per l’emergenza dal 5 agosto del 2010 all’8 marzo del 2011. Associazione a delinquere, abuso d’ufficio, evasione fiscale, corruzione, falso e disastro ambientale i reati a vario titolo contestati nell’ambito dell’inchiesta che è venuta alla luce in tre diverse tranches, la prima delle quali risale all’agosto del 2011 quando la Guardia di finanza sequestrò beni per un valore complessivo di oltre 90 milioni di euro, la seconda al 14 ottobre seguente, quando i Carabinieri del Noe hanno sequestrato la discarica di rifiuti di Alli, e la terza al 17 novembre, quando un provvedimento cautelare fu eseguito a carico di sette persone - tutte della società “Enertech”, che gestiva la discarica di Alli fino a pochi giorni prima -, due delle quali finite in carcere, tre ai domiciliari, due sottoposte all’obbligo di presentazione alla Polizia giudiziaria. Già all’epoca degli arresti l’associazione a delinquere era contestata ai vertici della società Enertech, ed oggi è ipotizzata in particolare a carico dell’imprenditore Stefano Gavioli, 54 anni, di Venezia, proprietario della società, ritenuto promotore del sodalizio, di Loris Zerbin, 50 anni, di Campolongo Maggiore (Venezia), direttore tecnico della Enertech, dell’amministratore di una delle società del gruppo della ....

martedì 15 ottobre 2013

Scendete dall'autobus! I passeggeri durante il percorso da Sersale a Catanzaro costretti a scendere perchè l'autobus era sovraccarico

Amara sorpresa per i viaggiatori di un autobus nel tratto fra Sersale e Catanzaro. I passeggeri di un mezzi- pendolari abituali e occasionali - sono stati infatti fatti scendere molto prima della loro destinazione finale e per la precisione all’altezza di Sellia Marina. Motivo della decisione assunta dal conducente del mezzo: il sovraccarico del pullman, che però fino a quel momento aveva continuato a fare le sue canoniche fermate nei paesini dell’entroterra della fascia presilana salvo poi apparire troppo pieno per continuare regolarmente la corsa allo stesso autista. Una vicenda che sembrerebbe avere dell’incredibile, meritando di certo un approfondimento. Ma al di là dell’episodio contingente c’è da dire che soprattutto il trasporto pubblico locale sta continuando a denunciare preoccupanti limiti nell’adeguata copertura di tutte le tratte, soprattutto quelle di alcune località nei......

lunedì 14 ottobre 2013

Diamo un aiuto a questo bravo artista che sta attraversando un brutto periodo, magari acquistando una delle sue belle opera ora in svendita a prezzi stracciati.

Sta attraversando un momento non bello, ha bisogno urgentemente di soldi,  se qualcuno vuole un suo quadro , agli amici prezzi molto convenienti . Non c'è nessuno obbligo di acquistarlo ma abbiamo messo questo annuncio perchè ha veramente bisogno di aiuto.
artista
invito per chi vuole acquistare le creazioni di Franco Spaccia Franco's vere opere d arte a un costo basso per quelle che in realtà valgono , per chi fosse interessato all'acquisto contatti Franco in modo privato , basta cliccare il link ! Un cordiale Saluto !https://www.facebook.com/media/set/?set=a.353882368044542.1073741825.303113819788064&type=1&l=f230412038  Oppure.....................

domenica 13 ottobre 2013

Nuovo programma di approfondimento religioso su Telespaziotv dove don Francesco Cristofaro conduce una interessante rubrica

Questo martedì è iniziata una nuova rubrica religiosa dal titolo Talità Kum in onda su telespazio tv emittente regionale. qui sotto  potete vedere la prima puntata dove verso la fine don Francesco Cristofaro  conduce una rubrica in questa prima puntata parla della carismatica figura di San Francesco D’Assisi. Seguendo la puntata,  con un vostro semplice click consentite di far aumentare le visualizzazioni e questo è importante per un proseguo della rubrica stessa. un piccolo gesto. GRAZIE

venerdì 11 ottobre 2013

"C’era una volta nel paese dell’anarchia e della fantasia". Sellia: I consiglieri dimissionari di minoranza fanno un loro resoconto sull'attivita del comune tra ieri e oggi

Riceviamo e pubblichiamo
-    

____________ Amministrazione Folino

____________ Amministrazione Zicchinella



   La strada per il quartiere S. Angelo e la Chiesa del Rosario…

ora non ci sono nè la strada nè i soldi

-        L’illuminazione della Portabella e Ruscia...

Folino Antonella ex capogruppo di minoranza
ora c’è l’ingiunzione di pagamento di 17 mila euro circa

-        Il progetto per l’eolico che avrebbe reso al comune 225 mila euro all’anno oltre ai fitti per i proprietari dei terreni…

ora abbiamo la teleferica con un costo di 154 mila euro a carico del comune, senza alcun finanziamento ed un mutuo fino al 2031 con un a rata annua di circa 12 mila euro  oltre ai 14 mila euro circa spesi quest’anno per la gestione e la pubblicità

-        La raccolta differenziata “porta a porta” quotidiana per il 75% …

ora, per il 35%, abbiamo spazzatura davanti alle porte di casa per più giorni

-         Il diritto di gettare rifiuti ingombranti…

dall’agosto 2011 il sindaco, con propria ordinanza, proibì di gettare tali rifiuti provocando così l’aumento di discariche abusive

-        La volontà di vivere in un paese il più possibile ecologista…

a villa Venere siamo passati dal legno al cemento;

all’inizio del paese, vicino il piccolo parco giochi, è stato tutto cementato;

il parco giochi antistante la Chiesa dell’Immacolata è stato completamente abbandonato;

il depuratore di “Trinchieri” è passato dalla fitodepurazione alla depurazione tradizionale;

però abbiamo il cartello della “Città del Bio” senza che sia stata mai fatta una riunione con i cittadini, con gli agricoltori, con gli amministratori (solo interviste);

le vie del paese sono sporche e sono trascurate anche le vie interpoderali

-        La promessa che non sarebbero state messe più antenne a tutela della  nostra salute… ora abbiamo anche quella della SELEX

-        Il Centro Sociale con una biblioteca, una videoteca, una sala ludica per i bambini e la cucina ed il salone per permettere alle famiglie di avere un punto di ritrovo…

-        Il finanziamento per il servizio navetta da e per Catanzaro via Arsanise, servizio per le terme ed eventuali altre esigenze…

ora abbiamo un pulmino da 8 posti che ci costa assicurazione, bollo e carburante

-        I soldi accantonati per il rimborso della depurazione…

l’ultimo sindaco non ha neanche risposto alle richieste di rimborso dei cittadini rischiando così che il comune debba pagare anche le spese legali

-        La procedura per la redazione del PSC (ex Piano Regolatore)…

ora, dopo quasi cinque anni, che fine ha fatto?

C’erano una volta anche i servizi:

-        La scuola … chiusa completamente nell’anno 2012

-        La Posta … aperta ormai solo tre giorni a settimana senza neanche il sabato, giorno in cui coloro che lavorano potrebbero usufruirne (che però è stata riaperta a S. Pietro)

-        Il gruppo di Protezione civile organizzato per intervenire in caso di incendi…

-        La corsa pomeridiana del pullman da e per Catanzaro…

-        L’assistenza agli anziani organizzata in due diversi progetti … ormai scomparsa

-        La Sagra dell’Olio d’oliva e le altre manifestazioni (es.

giovedì 10 ottobre 2013

“ Cadiu u Castellu “ Un piccolo ricordo di tanti anni fa dedicato al mai dimenticato Mimmo Zicchinella. Episodio che rispecchia anche la situazione attuale di Sellia.




                                                                   Premessa
Piccola parentesi su queste 2 storie molto coinvolgenti (la prima la leggeremo tra poco). Postate come commenti da un lettore anonimo sull’articolo dedicato al Memorial Mimmo Zicchinella. Appena letti mi sono apparsi troppo intensi, troppo belli per lasciarli tra i commenti. Cosi sperando di fare cosa gradita all’autore ecco qui il primo dei 2 episodi dedicati al nostro amico Mimmo.

In questi giorni che con un memorial si è voluto commemorare i 20 anni della scomparsa del grande Mimmo Zicchinella mi trovano a passeggiare per Sellia.  Era di  sera e osservavo malinconicamente il Castello, anche lui triste, totalmente al buio. Cosi mi sono venuti come dei piccoli flash alcuni ricordi, due in modo particolare voglio illustrarveli a voi  che avrete la pazienza di leggere queste due brevi storie. (Ecco la prima) Ci troviamo sotto il comune vecchio dove era allestito il seggio n1 per le consultazioni comunali. Mimmo capeggiava la lista denominata “Castello”  erano momenti febbrili che avrebbero potuto cambiare il destino di tante cose successe poi dopo. Io mi trovavo vicino lo spoglio delle schede, si respirava un aria elettrica un aria di cambiamento, avevamo la vittoria in pugno, Sellia stava svoltando  tra il vecchio e il nuovo quel nuovo rappresentato da tanti giovani che credevano a Mimmo, si  Mimmo aveva anche questa qualità attirava i giovani,attirava anche quei pochi giovani che non l’avrebbero votato. Tutti o quasi sappiamo come andò a finire quel maledetto pomeriggio, la lista del Castello perse per pochi voti. Sento ancora le grida di chi con sfottò gridava Cadiu u castellu!!!….  Cadiu u castellu! Ecco penso che il castello sia l’emblema, il simbolo della Sellia attuale,depredata,abbandonata, lasciata al buio, ma malgrado le tempeste rimane li ancora in piedi non si sa come ma in piedi. Noi spesso lo vediamo quasi come un estraneo lasciandolo al buio più totale (come si trova attualmente) Illuminato solo per la sagra, giusto per metterlo in esposizione per una serata;  ma lui malgrado tutto si trova sempre li! Baluardo della nostra antica storia, rudere si ma orgoglioso di esserlo, no non cade, malgrado noi facciamo di tutto per finirlo, di distruggerlo rimane li, quei 2 muri rimangono ancora li a indicarci la strada da seguire, la ...

martedì 8 ottobre 2013

E poi dicono che i consorzi di bonifica non servono a nulla; Il presidente del Consorzio di Bonifica Alli Punta Copanello rinviato a giudizio per assunzioni irregolari

  Alli Punta Copanello il presidente rinviato a giudizio
Il giudice dell’udienza preliminare di Catanzaro ha rinviato a giudizio Grazioso Manno, in qualità di presidente del Consorzio di Bonifica Alli Punta di Copanello, accusato di abuso d’ufficio nell’ambito dell’inchiesta su presunte assunzioni irregolari presso l’Ente e destinazione sospetta dei lavoratori. Il processo avrà inizio il prossimo 17 febbraio, come stabilito dal giudice, Giuseppe Perri, che ha accolto la richiesta del sostituto procuratore Domenico Guarascio, titolare delle indagini. Dall’inchiesta a carico di Manno è emerso, secondo gli investigatori, che nove persone sarebbero state assunte presso il Consorzio a seguito di chiamata diretta e non, invece, con un concorso ad hoc o facendo ricorso alle graduatorie del collocamento. Le assunzioni, poi, sarebbero state giustificate con le necessità legate alla realizzazione della diga sul fiume Melito mentre, invece, i lavori dell’immensa struttura erano sospesi. Risale al periodo compreso tra il luglio 2009 ed il maggio 2010 la presunta commissione degli illeciti ipotizzati a carico di Manno, nella sua qualità di ex commissario del Consorzio, in relazione all’assunzione a tempo indeterminato delle nove persone in questione. Lavoratori che, inoltre, non avrebbero neppure messo piede nelle strutture destinate alla loro attività, mentre due di loro, in particolare, sarebbero stati ...

lunedì 7 ottobre 2013

A Catanzaro la notte ritorna piccante fotoracconto della serata del 29 settembre 2013

notte_piccante_2013notte piccante

599490_3405672065702_1203907544_n
Dopo la deludente (anche nel nome) della notte delle Lanterne dell'anno scorso Ritorna la notte Piccante

1380818_737510122931742_1344970465_n1378592_737509959598425_929878484_n
Tantissime le persone che hanno preso d'assalto il centro storico ( sin dal pomeriggio) le stime parlano di oltre 100000 presenze.

SAM_4292
Certo di piccante si è visto ben poco ma questo nome entrato nel cuore dei Catanzaresi riesce a colpire nel segno

SAM_4284SAM_4281
Tanti i stand di artigianato locale stistemati lungo la via che porta al complesso Monumentale del San Giovanni

1381810_737510049598416_860181824_n1378592_737509959598425_929878484_n

Le varie piazze del centro erano tutte allestite con palchi dove si sono esibiti vari artisti
993400_737509986265089_736074997_n
 La sposa della notte piccante 2013

SAM_4303
Una delle nota stonate senza dubbio era  presenza in posto centrale dei gonfiabili per bambini i quali attratti  accorevano numerosi ma i più restavano delusi per entrare infatti bisognava pagare ben 3 euro per soli 10 minuti quando nelle passate edizioni sono stati sempre gratuiti
SAM_4330
Per fortuna scendendo sino alla Villa Comunali  i  temerari bambini venivano accolti da tanti personaggi Disney che in modo giocoso è questa volta totalmente gratuito regalavano anche tanti palloncini nelle più variegate forme o con un pò di pazienza si poteva essere  truccati  abilmente in supereroi

1375297_737509902931764_375992294_n
1385035_737509936265094_2087408463_n
Ramona Badescu la bellissima Madrina di questa edizione 2013 della notte piccante

SAM_4340
Notte piccante…….2013 .........continua........