Dal 2009 Sellia racconta il Comprensorio offre un piccolo spazio di informazione tutto in modo totalmente gratuito senza un minimo di pubblicità animato solo dall'amore verso il nostro stupendo territorio.Oltre il 70% dei servizi sono inviati dai vari lettori, amministratori, enti, associazioni ecc...Solo nel mese di luglio 2017 il blog ha totalizzato ben 74.720 contatti ( fonte Google) il tutto da fastidio a chi spinto dall'invidia o da rancori per qualche servizio pubblicato che li da fastidio fa di tutto per bloccarci Ma il blog non si ferma forte del crescente consenso forte della vostra stima Grazie!

sabato 30 novembre 2013

Scuole chiuse con l'invito a non mettersi in viaggio soprattutto tra la sera di sabato e domenica. Sospeso ogni evento anche sportivo. Arriva il ciclone Nettuno massima allerta in tutto il nostro Comprensorio

L'arrivo del ciclone Nettuno fa scattare l'allerta soprattutto su Calabria Ionica e Puglia. Maltempo al centrosud fino a mercoledi
 
 Nettuno, un vero e proprio ciclone mediterraneo che porterà una nuova a fase di grave maltempo al Sud, sulla Sicilia, ma soprattutto sulla Calabria Ionica, Basilicata e tutta Puglia, con nubifragi dalla notte.
La Protezione Civile continua incessantemente a segnalare l'allerta alle regioni di Calabria e Sicilia prevedendo un forte peggioramento meteo con precipitazioni copiose su tutta la fascia jonica calabrese unite a forte attività elettrica e, quindi, il tangibile pericolo del verifficarsi di temporali di intensità sopra la media. Anche il mare, con particolare riferimento al Mar Jonio, è previsto molto mosso e non aiuterà il quadro generale di allerta meteo. Per quanto riguarda la fascia jonica si prevede un peggioramento importante in tutto lo Jonio e, man mano, il maltempo investirà tutta la costa arrivando ad interessare anche quella pugliese.

task force della Provincia La Provincia di Catanzaro ha predisposto una task-force per fronteggiare lo stato d’allerta previsto per il prossimo weekend. Su indicazione della Protezione Civile il Commissario Wanda Ferro ha dato mandato agli uffici di organizzare nel più breve tempo possibile una struttura operativa mirata ad intervenire nel caso in cui l’allerta delle ultime ore dovesse trovare conferma. Così, su  convocazione del direttore generale e dirigente dell’area tecnica, nella mattinata ha avuto luogo una riunione avente ad oggetto la puntualizzazione delle modalità operative da intraprendere a seguito di eventuale aggravamento dell’allerta meteo. I soggetti interessati sono stati invitati a formulare le proprie proposte per la tutela della pubblica incolumità, per un piano predisposto che verrà attivato in caso di ufficiale conferma della gravità dell’allerta.
 Catanzaro
Massima cautela e vigilanza a Palazzo De Nobili in vista della probabile perturbazione che potrebbe interessare, a partire da domani, la costa jonica calabrese e in particolare i tratti catanzarese e crotonese.
Nella serata di ieri il comune di Cz ha distribuito
 i sacchetti
Oltre alle scuole, che secondo quanto ribadito dall'ultima nota del Comune  chiuderanno domani, sabato, fino a nuove disposizioni  sono state sospese dal sindaco Abramo tutte le attività e manifestazioni sportive e culturali, programmate nel week end in città, nelle strutture di competenza comunale.Palazzo De Nobili raccomanda a tutti i cittadini prudenza e cautela negli spostamenti, soprattutto nella notte tra sabato e domenica. Un invito è stato rivolto soprattutto ai più giovani, che amano muoversi nel week end, per evitare spostamenti durante le ore più critiche. Il sindaco Sergio Abramo ha anche sospeso lo svolgimento del mercato rionale di Catanzaro nord, che si sarebbe dovuto tenere questa mattina, sabato 30 novembre, nel piazzale antistante il cimitero di via Paglia.
 ArpaCal
Il Centro Funzionale Multirischi dell’Agenzia Regionale per la protezione dell’ambiente della Calabria (Arpacal) ha diffuso due importanti documenti che riguardano l’avviso di criticità per possibili precipitazioni intense (A2) ed il Bollettino di criticità regionale per rischio ...

venerdì 29 novembre 2013

Conoscete la storia dell'eroina Giuditta Levato? A Sellia Marina si è ricordata alle nuove generazioni la figura di una donna coraggiosa che con la propria vita difese i più deboli nella speranza di una Calabria migliore

 "In occasione del 67esimo anno dalla morte di Giuditta Levato, avvenuta il 28 novembre 1946,  noi dell’Italia Dei Valori  vogliamo rendere omaggio a questa giovane contadina di Calabricata (frazione di Sellia Marina), un simbolo tutto calabrese, vittima delle repressioni contro i contadini che chiedevano, soltanto, di poter lavorare le terre incolte, così come loro diritto,e solo per questo barbaramente assassinata dal guardaspalle di un latifondista calabrese".
 
 Io sono morta per loro, sono morta per tutti”. Con queste ultime parole sulle labbra spirava, assassinata dal guardaspalle di un latifondista calabrese, la giovane contadina Giuditta Levato nata a Calabricata, oggi comune di Sellia Marina (CZ) il 18 agosto 1915.
A distanza di oltre sessant’anni riteniamo doveroso ricordare alle nuove generazioni, il messaggio della “nostra” eroina che, pur in avanzato stato di gravidanza, non ebbe alcuna esitazione nel sacrificare la propria vita per difendere i diritti dei più deboli e battersi per una Calabria migliore - si legge ancora nella nota di Italia dei Valori -. Ed oggi, nell’epoca del consumismo più sfrenato, in un mondo che privilegia l’apparire, ci piace ricordare chi sacrificò la propria esistenza per combattere le ingiustizie sociali. Ingiustizie che non sono svanite anzi, a volte sono semplicemente mutate. Ci piace ricordare ciò che si narra sia avvenuto in punto di morte, quando la giovane contadina ebbe a profferire un memorabile atto d’amore per la nostra terra, invitando chi le stava vicino a non abbattersi, ma a lottare con maggior vigore per la libertà. Pronunciate queste parole Giuditta diede l’ultimo respiro, nell’assoluta convinzione che sarebbe ritornata, per continuare a combattere tutte le ingiustizie. Di certo sono passati sessantasette anni - afferma ancora - ma è importante che la tenacia di questa donna rimanga impressa nel cuore di tutte le giovani donne del sud; a nome di tutte le donne di Sellia Marina penso che debba essere altrettanta ....

mercoledì 27 novembre 2013

Cittadini Esasperati anzi disgustati per l’abbandono in cui versano le strade del comprensorio dopo il nubifragio del 19 novembre “ 2° lettera aperta”

Lettera 1463020_691104550923678_1460624352_ndi disgusto e disagio......
 Miei cari concittadini ci ritroviamo dopo una settimana esatta ancora al punto di partenza,anzi ancora peggio,perche' il tempo non è  stato  clemente ma non penso che i nostri politici abbiano fatto piu' di tanto non si è spostato un sasso,da nessuna parte solo parole parole ..sono solo parole,ma lo volete capire che ha noi povera gente le parole non bastano piu' abbiamo bisogno di fatti? che quei giri infernali ci disgustano e ci mettono paura? che dobbiamo fare prendere il brevetto da pilota  per essere sicuri o meglio per arrivare integri al posto di lavoro e cercare di salvarsi la pagnotta? Gia' per voi questo non ha valore tanto i soldi sia che andate sia che non andate ha riscaldare la sedia i soldi arrivano sempre..vero? Vi siete fatti un giro personalmente non per sentito dire a vedere in che condizione sono queste strade e in che condizione di disaggio sono i cittadini? Già..non è ora di elezioni..ma mettetevi una mano al cuore, si non dico coscienza perchè  penso proprio che coscienza (scusatemi) non ne avete proprio visto che ancora siamo ha queste condizioni,almeno penso che il cuore un po' vi batte nel petto se non per amore verso il prossimo per carita' almeno,pensate hai vecchietti quanti disaggi hanno, se stanno male anzi se stiamo male perchè con la vita non  si scherza.. per arrivare in ospedale a voglia moriamo prima di arrivare..

martedì 26 novembre 2013

“Benvenuto Commissario” Sersale; lettera aperta verso il nuovo inquilino del comune dopo il dissesto


riceviamo e pubblichiamo
Gentile Commissario,
come 'controllore' del DISSESTO del comune di Sersale, Le scriviamo questa lettera aperta per chiarire subito che non è evento eccezionale, piuttosto il risultato di scelte consapevoli di chi amministra da undici anni e spesso ne tace le ragioni.
Innanzitutto, come certificato dalla Corte dei Conti con Del. 340/2012, il Dissesto è stato rilevato in ordine al rendiconto 2010, di cui indichiamo alcuni dati: entrate iscritte a bilancio per aste di boschi mai indette e proventi da convenzioni mai incassati; somme promesse e subordinate alla realizzazione di un parco eolico mai approvato e quindi non incassate; realizzazione di area PIP con mutuo, lotti mai venduti. Nessun contenimento della spesa, anzi si è proceduto ad indebitamento ‘forzando’ sui bilanci – come scrive la Corte dei Conti, quindi non è nostra opinione, si è aggirato il vincolo di indebitamento consentito per legge iscrivendo alcune voci ai relativi Titoli di bilancio in modo non corretto. L’Amministrazione sfidava chiunque su conti, numeri e bilanci: avranno forse convinto l'opinione pubblica, ma davanti alla magistratura contabile e dopo 7 mesi di alchimie amministrative alla Giunta Torchia non è rimasto altro da fare che dichiarare il dissesto: forse per paura che emergesse la colpa grave o il dolo, si temeva per l'incandidabilità futura. Inoltre l'Amministrazione ha ottenuto un mutuo di 709.508,18€ “destinato al finanziamento di debiti certi, liquidi ed esigibili maturati al 31/12/2012”: per quali attività? con quali modalità di spesa? quali creditori? Pura curiosità, giusto per sapere cosa paghiamo con le nostre tasse. Nel consuntivo 2010 in Consiglio si convenne addirittura che i proventi dell'eolico avrebbero salvato il bilancio. Le diranno che questa affermazione è falsa, ma se le entrate non si incassano e le spese aumentano il risultato è scontato. Conferme nell’ultimo bilancio: 500.00 Euro di disavanzo!
Intanto sentirà i piagnistei per la crisi e i tagli. E la solita giustificazione/leitmotiv della giunta Torchia “Il bilancio è stato affossato dalla “Sentenza Palazzo Colosimo” (ed altre)”: Signor Commissario, non si lasci convincere! La Giunta Scalfaro (2002-2012), pur sapendo di poter …

lunedì 25 novembre 2013

A Zagarise c'è Passione insieme alla Fondazione Politeama di Catanzaro

riceviamo e pubblichiamo

Grazie alla La locandina.di Passione(1)partecipativa attività di connessione con il territorio, svolta dal sindaco della ridente località montana della presila catanzarese, Pietro Raimondo, entra da protagonista in uno dei quattro appuntamenti previsti dalla rassegna “Musica & Cinema – I luoghi ritrovati” della Fondazione Politeama di Catanzaro. La manifestazione, realizzata nell’ambito del bando degli Eventi Culturali Storicizzati della Regione Calabria e finanziata con i Fondi POR FESR 2007/2013, offre al pubblico spettacoli originali con la presenza di artisti di grande spessore capaci di contaminare generi diversi. L’appuntamento è previsto per il prossimo mercoledì 27 novembre, alla ore 18 presso il Centro di Informazione Turistica (Piazza Aldo Moro), con la proiezione del film doc-musicale Passione di John Turturro. “Mentre stiamo per allestire il programma di “Natale in borgo” – ha dichiarato l’Assessore alla Cultura, Adele Guzzettiabbiamo colto immediatamente questa importante collaborazione svolta in partenariato con la Fondazione Politeama, Università Magna Grecia di Catanzaro e la FIDAPA. Un’occasione singolare che vuole offrire la magia del grande schermo ai nostri concittadini, con un’opera importante che è stata presentata alla 67a Mostra
L'Assessore alla Cultura Adele GuzzettiInternazionale d’Arte Cinematografica di Venezia e che ha vinto il premio Capri Cult Movie Award. Un film pieno di grandi successi della cultura musicale napoletana, che ha portato all’allestimento di uno spettacolo che ha girato l’Italia e che sarà rappresentato nei prossimi giorni anche presso il Teatro Politeama del nostro capoluogo”. La pellicola di John Turturro, è un viaggio intrigante nella musica di Napoli tra vicoli, volti e memorie, con le secolari canzoni classiche napoletane. Un occhio appassionato sulla città alle pendici del Vesuvio che guida l’italo-americano Turturro (regista newyorkese di origini pugliesi) all’interno della meravigliosa storia della canzone napoletana. “Ci è piaciuta molto questa coincidenza – ha proseguito la Guzzetti – che vuole presentare alla nostra comunità un film che parla di passione, un tema che riecheggia molto nella nostra quotidiana azione amministrativa. Così come troviamo assolutamente consono il parallelismo che mette idealmente di fronte due realtà belle e controverse come la città di Napoli e il territorio in cui Zagarise recita un ruolo da protagonista. Due mondi simili, dotati di un fascino indiscusso e che hanno in comune la grande voglia di riscatto”. La pellicola Passione è un’opera filmica che rappresenta l’incanto travolgente della napoletanità, che viene racchiuso in un suggestivo documentario che intreccia un leggendario passato a un altrettanto glorioso presente, in un’avventura musicale appassionante che omaggia Napoli dalle sue radici fino ad oggi. Si va dal “Canto delle lavandaie del Vomero” (del 1200) a “Napul’è” di Pino Daniele, attraversando la storia indimenticabile della canzone partenopea in un suggestivo percorso di voci e immagini inedite che dal passato tornano a rivivere in un presente i cui volti sono quelli di: Lina Sastri, Massimo Ranieri, Mina, Pietra Montecorvino, Peppe Barra, Pino Daniele, Enzo Avitabile, James Senese, Spakka-Neapolis, Avion Travel, Raiz, Fiorello e tanti altri ancora. Tra le strade della città, set del film, riecheggiano i ritmi appassionati di “Tammurriata nera”, la struggente malinconia di “Malafemmena”, l’allegra passionalità di “Come facette mammeta” e tante altre canzoni classiche napoletane, mentre sul grande schermo rivivono, attraverso contributi anche inediti, le voci di Carosone e Angela Luce. Affascinato dal richiamo per lui irresistibile della musica, in particolare di ……

domenica 24 novembre 2013

La parrocchia Santa Maria Assunta di Simeri il prossimo 1 dicembre a partire dalle 18,00 presenta: "note di solidarietà, spettacolo di beneficenza a favore delle attività della Caritas parrocchiale e per l'emergenza delle Filippine.

riceviamo e pubblichiamo 1421610_597865586933828_1528984329_n
Riceviamo e pubblichiamo
Il devastante tifone HAIYAN, chiamato localmente Yolanda e definito una tempesta “killer”, ha colpito proprio le isole più povere del gruppo delle Visayas, quelle meno raggiungibili anche logisticamente, Samar in particolare e Leyte. Più di 4 milioni di persone avrebbero perso tutto, dovendo abbandonare le proprie case distrutte e rifugiandosi in ripari di fortuna. Oltre ai drammi vissuti dalla popolazione, i danni alle infrastrutture sarebbero incalcolabili: numerose frane hanno, infatti, distrutto linee elettriche e strade, manca l’acqua potabile in numerose provincie, le comunicazioni sono completamente interrotte in ampie porzioni di territorio. I membri della caritas della parrocchia Santa Maria Assunta di Simeri, sotto la guida del parroco don Francesco Cristofaro, hanno accolto l'invito dell'Arcivescovo di Catanzaro-Squillace Mons. Vincenzo Bertolone e della Chiesa tutta e in questa giornata di raccolta nazionale hanno pensato ad un evento di beneficenza. Si può partecipare alla manifestazione o con libera offerta, oppure acquistando degli oggettini realizzati dagli stessi componenti del gruppo Caritas. La manifestazione è patrocinata dall'Arcidiocesi di Catanzaro-Squillace e dal Comune di Simeri Crichi e vede la partecipazione ….

venerdì 22 novembre 2013

Cittadini esasperati; Lettera aperta di un automobilista che giornalmente percorreva la strada “Arsanise Catanzaro” SP 25

 

1452550_691104210923712_1057745742_n1461859_691104634257003_2032243980_n

 

1425540_691104464257020_259784271_n1463020_691104550923678_1460624352_n

Sopra nuove foto del tratto fondovalle Arsanise Catanzaro

Siamo ancora qui ha contare i danni di quest'ondata di pioggia,e ha pensare se è come si poteva evitare,ma come si puo' evitare un'ondata cosi catastrofica?una cosa si poteva e s i puo' fare rimboccarsi le maniche andare avanti e sperare che questa volta chi è di competenza faccia il suo lavoro con coscienza, giustizia, serieta'e giudizio...e' impossibile che la strada arsanise_catanzaro,crollata un tre anni fa sia ricrollata nello stesso punto ...si sa il fiume c'era,c'è e ci sara' sempre,e la natura prima o poi si riprende cio' che noi con incuria e avidita' le rubiamo,e soprattutto per l'incuria di chi sta nei quartieri alti di potere,dove danno permessi a destra e a manca,ma come sappiamo che c'è il fiume sappiamo che viviamo in un'era del magna magna!! com'è possibile mi ripeto e mi richiedo e chiedo a tutti voi che i lavori svolti 3 anni fa costati quanto sono costati..,si siano sgretolati cosi come neve al sole in cosi poche ore di pioggia? creando disaggi a tutta la nostra zona,eppure la ditta era delle nostre zone,e tutti speravamo in lavori sicuri perche anche "la ditta"passava e passa tutti i giorni come noi da questa strada,mi chiedo adesso cosa pensa e come si sente con la coscienza,nn ha rimorsi di come ha operato?per fortuna solo l'orario notturno ha evitato tragedie piu' insopportabili.. per fortuna non passava nessuno e si è evitato il peggio,ma i disaggi a tutti paesi limitrofi sono tanti,questa strada ci faceva da ponte d'allaccio ...d'arteria pulsante nel cuore della citta'..qualcosa che nn si puo' descrivere, in poche parole ci faceva vivere la nostra quotidianita'....la vita...adesso siamo come uccelli in gabbia,o ancora peggio gli hanno spezzato le ali ..perchè questo ponte d'allaccio con la citta'non c'è piu' e arrivare a Catanzaro bisogna fare il giro di "Cafarda" o "Sellia/_Crichi "un giro quasi senza ritorno...un girone d'inferno. a te "ditta" non ti crea disaggi?? Ha noi di Taverna, SanGiovanni,Albi Vincolise,San Pietro,Magisano, Sellia, Zagarise tanti..!!!!!!!!! speriamo che i lavori partiranno subito e che non siano dati alla stessa ditta ma cosa piu' importante ci raccomandiamo con quelli dei quartieri alti non badano alla divisione ma alla

mercoledì 20 novembre 2013

Nuove terribili foto del tremendo alluvione abbattutosi ieri nel nostro Comprensorio

strada arsanise selliaraccontaLa strada “Arsanise Catanzaro” nel tratto fondovalle (Vedi foto 1,2) è quasi completamente distrutta

arsanise fondo valle

Nelle due nuove foto si capisce che per ripristinarla ci vorrà tanto tempo oppure si potrebbe finalmente pensare ad un nuovo tracciato per questa parte della strada

crichi la strada comunale che porta a cz strada del boscocrichi la strada comunale che porta a cz strada del bosco2

Nelle due foto sopra il tratto terminale della strada comunale “del Bosco” che da Simeri Crichi porta a Catanzaro

sellia1

Strada provinciale Sellia Simeri Crichi

tavernataverna2

Taverna pericolosa Frana vicino le abitazioni

sersale3

Sersale vista spaventosa su una cascata di acqua a ridosso di una abitazione

 pentone cz

Pentone la strada scivola giù come una saponetta coinvolgendo due auto per fortuna senza feriti.

strada vicino albi

Una minacciosa cascata sulla strada per Albi

torrente uria

Un grande fiume del nord? No! il piccolo torrente Uria a Sellia Marina

ruggero selliam

Località Ruggero Sellia Marina dove un villaggio è stato evacuato per mettere al sicuro i residenti.

cz le fornacicz vicino centro commerciale le fornaci

Momenti di paura nei pressi del piccolo centro commerciale “Le Fornaci” (Foto sopra) dove alcuni automobilisti sono rimasti intrappolati nelle autovetture.

attività comm. località bellino cz

Attività commerciali in ginocchio soprattutto in località “Bellino” Cz

s14

Un tratto della 106 trasformata in un pericoloso fiume di fango

martedì 19 novembre 2013

Le prime foto dell’incredibile ondata di maltempo che ha colpito il nostro Comprensorio. Fotoracconto

strada arsanise che collega i nostri paesi con catanzaroEcco come si presentava poche ore fa la Strada provinciale ” Arsanise” che collega molti paesi del comprensorio con Catanzaro.

crichi 1
Strada provinciale che da Simeri Crichi porta a Sellia
crichi strada provinciale per selliastrada crichi sellia acquanmurata
Due immagini sempre sulla provinciale Crichi Sellia vicino “L’acqua Murata”
torrente uria sellia m
Un’ impressionante  fermo immagine del torrente Uria a Sellia Marina
strada vicino albi
Strada per la Sila vicino Albi
sersale invasa del fango
Una zona di Sersale invasa da acqua e fango
frazione di simeri vicino il castellosimeri qualche ora fa
La frazione di Simeri Vicino il Castello
bivio di santa maria cz
Catanzaro bivio di Santa Maria
germaneto czstrada di Germaneto Catanzaro vicino Università
cz lidocz vicino tribunale
roccellettaimage
Altre foto tra  Catanzaro Bivio di Roccelletta.
Un nubifragio si è abbattuto anche in Calabria, provocando danni di grossa portata. Le zone maggiormente colpite sono quelle della costa ionica ed in particolare nel catanzarese, nel crotonese e nel vibonese. Si registrano numerosi allagamenti e le strade hanno subito interruzioni per l'invasione di fango. In molti comuni le scuole sono rimaste chiuse. A Crotone, Catanzaro e Vibo Valentia le richieste di soccorso giunte ai