Dal 2009 Sellia racconta il Comprensorio offre un piccolo spazio di informazione tutto in modo totalmente gratuito senza un minimo di pubblicità animato solo dall'amore verso il nostro stupendo territorio.Oltre il 70% dei servizi sono inviati dai vari lettori, amministratori, enti, associazioni ecc...Solo nel mese di luglio 2017 il blog ha totalizzato ben 74.720 contatti ( fonte Google) il tutto da fastidio a chi spinto dall'invidia o da rancori per qualche servizio pubblicato che li da fastidio fa di tutto per bloccarci Ma il blog non si ferma forte del crescente consenso forte della vostra stima Grazie!

venerdì 31 ottobre 2014

"Le insospettabili signore catanzaresi" titolo di un video hard amatoriale girato a Catanzaro e provincia in vendita nelle edicole.Ecco i nomi delle coppie


C’E’ la barista e l’imprenditore, la commessa e il ristoratore. Tutti al di sopra di ogni sospetto, tutti con una vita apparentemente solo “casa e chiesa”. E, invece, dietro alla patina di normalità ecco spuntare l’inconfessabile passione per lo scambismo e i video hard. Tutte bufale e montate pubblicitarie? Il responsabile della casa di produzione assicura che gli attori sono tutti del posto e che in video hanno accettato di esseri ripresi a volto scoperto.
In tutto sono state coinvolte quattro coppie, due di Catanzaro, una di Soverato e un'altra di Lamezia Terme. In tutto otto persone, ognuna con una sua professione, che hanno deciso di lasciar cadere ogni tabù e cimentarsi nella registrazione di un filmino pornografico.
Il dvd sarà presto distribuito nelle edicole della città ed ha un titolo che è già tutto un programma “Le insospettabili signore catanzaresi”. A stare dietro alla macchina da presa una casa di produzione di Genova - “Il triangolo rosso” - alla quale si sono rivolti nei mesi scorsi i professionisti catanzaresi per proporsi come aspiranti attori pornografici. «Siamo stati contattati nel mese di febbraio – racconta il responsabile della casa di produzione – attraverso una serie di fotografie e di filmini amatoriali. Successivamente abbiamo preso contatti e, vista la bellezza delle signore, non abbiamo atteso molto e ci siamo subito precipitati a Catanzaro». «Qui – proseguono da “Il triangolo rosso” - abbiamo trovato persone non solo molto aperte ma anche molto libere e passionali, cosa non frequente in questo mondo. Diciamo anche che la passionalità del sud è stata confermata».
A garanzia dell’autenticità del video e del fatto che effettivamente siano state utilizzate persone di Catanzaro, secondo il produttore, il fatto che «le persone sono tutte riconoscibili in volto». Si tratta di persone con la passione per lo scambismo: la prima coppia di Catanzaro è formata da una barista di 35 anni e da un impiegato di 39 anni, la seconda da .....

giovedì 30 ottobre 2014

Furti nelle abitazioni e microcriminalità in forte crescita a Sellia. Un controllo mirato da parte dei carabinieri ha portato alla denuncia di 2 persone, il sequestro di un veicolo con molte multe.




Da piccolo, tranquillo, ridente paese presilano a terrorizzata comunità, per Sellia il passo è stato breve. Il continuo ripetersi di furti nelle abitazioni con reati di microcriminalità,ha portato ad una condizione di forte pericolosità, dove la popolazione si sentiva spesso in preda a pochi individui che in barba alle più elementari regole agivano  impuniti. Un presupposto che ha indotto il primo cittadino di Sellia Davide Zicchinella  a gridare a gran voce una più incisiva presenza delle forze dell’ordine, per una mirata azione di contrasto, nell’arginare un fenomeno sempre di più in aumento che rischiava di esplodere. La risposta da parte dell’arma dei carabinieri non si è fatta attendere infatti nei giorni scorsi i militari dell’arma della compagnia di Sellia Marina (che ha la competenza su un vasto territorio compreso Sellia) con un’operazione straordinaria mirata nel territorio Selliese e quello limitrofo, ha portato alla denuncia di due persone, un mezzo sequestrato, 5 contravvenzione al codice della strada con ritiro di una patente di guida. Sono stati 31 le persone identificati durante il controllo mentre 26 sono stati i veicoli controllati. L’operazione ha visto oltre la Compagnia dei carabinieri di Sellia Marina anche l’ausilio di supporto da parte del gruppo operativo di Vibo Valentia. Entrando più nello specifico una donna di 56 anni A.M. è stata sorpresa con il contatore dell’Enel manomesso, avendo cosi energia elettrica gratis. La seconda denuncia ha riguardato un uomo di .....

lunedì 27 ottobre 2014

5 candidati a governatore, 15 liste, 360 candidati a consigliere per 30 seggi. Parte la lotta alla conquista della regione chi vincerà? Ecco l'elenco completo di tutti i candidati.

 Tutto pronto per le elezioni regionali della Calabria del prossimo 23 novembre. I candidati a goverantore ci sono e sono cinque rigorosamente in ordine alfabetico: Cono Cantelmi, Nico D’Ascola, Wanda Ferro, Domenico Gattuso e Mario Oliverio. Ricordiamo che la nuova legge modifica le circoscrizioni elettorali che non saranno più cinque (una per ogni provincia) ma tre: Catanzaro-Crotone-Vibo Valentia, Cosenza, Reggio Calabria
LE LISTE - Le liste in totale sono 15 eccole: il Movimento 5 Stelle sarà presente con la sola lista dei grillini ed il candidato governatore Cono Cantelmi. Il “Nuovo Centro Destra” insieme all’Udc candida a Governatore il senatore Nico D’Ascola. Forza Italia candida a governatrice Wanda Ferro con tre liste fra le quali anche un doppione di Forza Italia denominata “Casa delle Libertà”, oltre a Fratelli d’Italia/Alleanza Nazionale. Domenico Gattuso scende in campo con la lista L’Altra Calabria. Ed infine la coalizione di centrosinistra guidata dal candidato Mario Oliverio, sara’ composta da ben otto liste delle quali due del Partito Democratico, quella con il simbolo ufficiale e quella denominata Democrazia e Progresso alla quale si affiancherà la Lista del Presidente. Inoltre scenderanno in campo le liste La Sinistra con Speranza per cambiare la Calabria, Centro Democratico, Calabria in Rete, Cristiano Democratici Uniti, Autonomia e Diritti.
A seguire l'elenco completo di tutte le liste con i 360 candidati 

sabato 25 ottobre 2014

Attenzione! Domenica dalle 7 alle 12 rischio blackout in 46 comuni della Calabria, anche del nostro comprensorio. Ecco l'elenco.


Domenica mattina 46 comuni della Calabria saranno senza luce per 5 ore

Per "verificare le procedure di emergenza del sistema elettrico nazionale" e testare le modalità di ripresa del funzionamento in caso di blackout, Terna Rete Italia ed Enel Distribuzione lasceranno senza luce numerosi comuni delle provincie di Catanzaro, Crotone e Cosenza in una fascia oraria che dura cinque ore. Domenica 26 ottobre è prevista infatti una esercitazione congiunta in Calabria.
L’iniziativa, precisa una nota di Terna ed Enel, è prevista dal Codice di rete e riguarderà la fascia oraria mattutina dalle ore 7 alle ore 12. Tra i comuni interessati anche quelli le città capoluogo di Catanzaro e Crotone. «Saranno eseguite delle manovre di assetto della rete di trasmissione e di distribuzione dell’energia elettrica per consentire la partenza di centrali di produzione convenzionale», spiegano i tencici, precisando che durante la prova l’erogazione dell’energia elettrica potrebbe essere più volte momentaneamente interrotta e riattivata: «Si invitano, pertanto, i cittadini a non commettere imprudenze e a non utilizzare gli ascensori», aggiunge la nota.
Per informazioni o per la segnalazione guasti è possibile rivolgersi al numero Vverde 803.500 oppure scaricare l’app per smartphone, gratuita, “Guasti Enel”.
Ecco l'elenco dei 46 comuni interessati nelle tre province:

venerdì 24 ottobre 2014

Sersale: arrestato giovane 19 enne sorpreso mentre appiccava il fuoco ad un cumulo di rifiuti pericolosi in un area sottoposta a sequestro



  
Sersale: I militari della locale stazione dei carabinieri hanno sorpreso in flagranza di reato D.A. giovane 19 enne residente nel centro presilano, mentre era intento ad appiccare il fuoco ad un cumulo di rifiuti speciali che erano stati precedentemente ammassati in un area già sottoposta a sequestro. IL fatto è accaduto in località “Monacheria” del comune di Sersale. Il giovane secondo la ricostruzione dei militari dell’Arma, aveva avviato la combustione di rifiuti pericolosi e nocivi senza alcun rispetto delle più semplice norme ambientali, violando anche un area che si trovava con i sigilli perché sotto sequestro. Il 19 enne è stato posto agli arresti domiciliari in attesa del rito per direttissima. I carabinieri hanno anche denunciato la persona al ...

giovedì 23 ottobre 2014

Arriva la fibra ottica anche in alcuni comuni del nostro comprensorio con internet super veloce sino a 100 mega.Ecco l'elenco completo di tutti i 223 comuni calabresi interessati dai lavori da parte della telecom per una spesa di 100 milioni di euro




Parte il programma per la realizzazione in Calabria della rete di nuova generazione in fibra ottica, che ha l’obiettivo di fornire connettività con banda ultralarga in 223 nuovi comuni. Telecom Italia si è aggiudicata il Bando per la Regione Calabria che prevede un finanziamento pubblico di 63,5 milioni di euro grazie all’utilizzo dei fondi europei FESR, a cui si aggiungono 36,6 milioni di euro di investimento da parte di Telecom Italia.
In particolare, il progetto presentato da Telecom Italia prevede, entro il 2015, la copertura di 223 nuovi comuni, ossia i 155 già indicati dal Ministero dello Sviluppo Economico e da Infratel nel Bando di gara più altri 68 comuni, rivolgendosi a circa 1 milione e 300 mila abitanti. I comuni interessati potranno sfruttare, su tutte le aree coperte, collegamenti con tecnologia ultrabroadband con velocità da 30 fino a 100 Megabit al secondo, accelerando in questo modo l’accesso ai servizi digitali innovativi rivolti a cittadini, imprese e istituzioni locali.

 A seguire
L’elenco dei 223 Comuni calabresi previsti tra i quali alcuni del nostro comprensorio

mercoledì 22 ottobre 2014

Altro che teleferiche o giochi vari il vero futuro dei nostri paesi in via di spopolamento è la salvaguardia dei centri storici. Prendiamo esempio da Ganci dove il sindaco a messo in vendita a 1 euro le varie case diroccate per essere recuperate. ( Con video)

 

Acquistare una case del centro storico al costo di 1 euro. L'obiettivo è quello di evitare che queste case pericolanti di Ganci (centro in provincia di Palermo) vengano abbandonate creando disagi e rovinando la bellezza urbana ed estetica del cuore del paese.Le case in vendita appartengono a privati che vogliono disfarsene e usano il Comune come intermediario. Il costo simbolico è si di 1 euro ma ad una condizione, che chi compra gli immobili debba provvedere alla loro ristrutturazione, che se anche facilitata da incentivi statali ed europei, prevede una spesa che và dai 20 ai 25 mila euro più spese notarili, secondo quanto riportano gli addetti ai lavori. è da ricordare che questa nobile iniziativa è stata già eseguita in Sicilia, precisamente a Salemi e nel paesino piemontese di Carrega Ligure.Speriamo che anche qualche paese del nostro comprensorio prenda in esame qualche iniziativa simile per cercare di evitare la terribile emorragia di continuo spopolamento dei centri storici che possono divenire vero volano di sviluppo recuperandoli da una morte certa.
Ritornando a Ganci il centro siciliano era  passato da 16mila abitanti a 3mila. La maggior parte degli immobili in vendita sono case diroccate, abbandonate o donate al Comune dai vecchi cittadini che non possono più permettersi di mantenerle. Il sindaco del Comune, Giuseppe Ferrarello, ha spiegato le.....

martedì 21 ottobre 2014

Nel Santuario gremito di fedeli la comunità di Simeri Crichi ha offerto l'olio votivo alla Madonna di Porto (Fotoracconto)

  

Domenica 19 ottobre nel santuariano della Madonna di Porto di Gimigliano: la comunità di Crichi offre l'olio votivo alla Madonna di Costantinopoli, per mano del sindaco Marcello Barberio. Presenti: S.E. Mons. Antonio Cantisani, don Alessandro Nicastro e padre Francesco Critelli (oltre ai sacerditi Crichesi don Orlando Amelio e don Franco Lorenzo) e il neo
presidente della Provincia di Catanzaro Enzo Bruno. Commossa e imponente partecipazione di fedeli, nell'annuale celebrazione che rievoca l'origine del Santuario di Porto.Prima della celebrazione, i neo presidente della provincia di Catanzaro Enzo Bruno ha incontrato il rettore della Basilica don Erminio Pinciroli, il consiglio di amministrazione guidato da don Vincenzo Zoccoli e le varie realtà impegnate nella conduzione e nelle iniziative della Basilica. L’olio della lampada votiva che arde davanti alla storica “cona”, edificata nel 1751 da Pietro Gatto è stato offerta, quest’anno, dalla comunità parrocchiale di “San Nicola di Bari” di Simeri Crichi, guidata da don Alessandro Nicastro. Un appuntamento di forte fede che si rinnova ogni anno dove un comune dona in segno di devozione l'olio votivo, la  lampada  è  stata accesa dal sindaco della cittadina, Marcello Barberio. Proprio Barberio, è stato .....
A seguire l'articolo del "Quotidiano del Sud" in edicola oggi sull'evento di domenica

lunedì 20 ottobre 2014

Le tante bugie e complicità sul svuotamento in atto del lago Ampollino." Legambiente Sila" cerca di mettere in evidenza i lavori da parte di A2A



A2A aveva informato le istituzioni della sua intenzione di procedere allo svuotamento del bacino idroelettrico del Lago Ampollino. Attraverso una lettera, inviata il 13 giugno 2014, informava le istituzioni locali e nazionali delle intenzioni di procedere, tra ottobre e novembre 2014, allo svuotamento del Lago sulla base di quanto contenuto in un Progetto di Gestione redatto sulla base del D.M. 30/6/2004. Da questa lettera emergono alcune cose importanti: la prima, ovvia, che le istituzioni erano informate delle intenzioni di A2A, e la seconda che A2A non sta procedendo a una attività di manutenzione ordinaria ma di una attività straordinaria tant’è che avrebbe predisposto un Piano di Gestione, un documento a quanto pare segreto e non divulgato pubblicamente. Confessiamo di non aver dovuto faticare molto per cercare le prove per smentire quel sindaco che manifestava stupore nel vedere il lago vuoto, e sostenere che A2A non è sincera quando afferma che si tratta di una manutenzione ordinaria di cui si agevola il settore agricolo in difficoltà per la siccità che avrebbe in questa stagione autunnale. Secondo noi la verità è comunque molto più semplice, siamo davanti a un caso classico in cui le istituzioni, più che tutelare il diritto all’ambiente dei loro cittadini, permettono ad una azienda idroelettrica di fare i propri interessi a discapito delle norme a tutela del Parco nazionale e del paesaggio silano Così commenta, con un comunicato,  Legambiente l’esistenza di una lettera inviata da A2A alle istituzioni il 13 giugno 2014, ma ne esisterebbe una successiva inviata anche al Parco nazionale della Sila, attraverso la quale l’Ente veniva informato che tra il 1 e 30 novembre, salvo anticipi alle ultime due settimane di ottobre e/o posticipi alle prime due settimane di dicembre, si sarebbe provveduto: ad abbassare il livello del lago mediante le turbine; all’apertura dello scarico di fondo per mettere all’asciutta i manufatti e le opere a servizio della diga e verifica dello stato dell’avandiga; si sarebbe proceduto al recupero selettivo della fauna ittica pregiata; a una ispezione e manutenzione delle .....

venerdì 17 ottobre 2014

Hai pagato la TASI scaduta ieri? Cosa succede se la si paga in ritardo o non si paga proprio?

Cosa succede a chi paga in ritardo la Tasi 2014 rispetto alla scadenza di ieri giovedì 16 ottobre? Nei primi trenta giorni dopo la scadenza, è ancora possibile versare l'acconto della Tasi con una sovrattassa contenuta: massimo il 3,2% tra sanzione e interessi.
La strada è quella del ravvedimento breve, che in questo caso va formalizzato entro il 16 novembre mentre c'è un anno di tempo per mettersi in regola attraverso il ravvedimento lungo con sanzione fissa al 3,75% ma interessi legali ben più sostanziosi. Nelle prime due settimane, il ritardo comporta una sanzione dello 0,2% per ogni giorno, sino alla misura massima del 3%. Gli interessi legali vanno sempre calcolati, pari a 0,006849 euro al giorno. I capoluoghi chiamati al pagamento della Tasi 2014 entro domani sono Agrigento, Foggia, Ragusa, Alessandria, Gorizia, Ravenna, Ascoli Piceno, Grosseto, Reggio Calabria, Asti, Imperia, Rieti, Avellino, Isernia, Roma, Bari, L'Aquila, Rovigo, Belluno, Latina, Savona, Benevento, Lecce, Siena, Biella, Massa, Siracusa, Brindisi, Matera, Sondrio, Cagliari, Messina, Taranto, Caltanissetta, Milano, Teramo, Campobasso, Monza, Terni, Carrara, Nuoro, Trapani, Catania, Olbia, Trieste, Catanzaro, Oristano, Varese, Cesena, Padova, Vercelli, Chieti, Palermo, Verona, Como, Pavia, Viterbo, Cosenza, Perugia, Cuneo, Pescara, Enna, Pisa, Fermo, Potenza, Firenze, Prato.
Il gettito della Tasi è interamente destinato ai comuni, come integrazione dell'Imu per i servizi indivisibili. Le amministrazioni locali hanno avuto un'ampia libertà nel fissare sconti e agevolazioni, ma sulle aliquote hanno dovuto tener conto dei due tetti fissati a livello centrale: 3,3 per mille per le abitazioni principali su cui non è dovuta l’Imu; 3,3 per mille per gli altri immobili, ma senza che la .....

giovedì 16 ottobre 2014

Il polifunzionale della discordia e lo stato di degrado di Zagarise( Con video)


Ai cittadini di Zagarise ; per vedere lo stato di degrado del paese lo potete fare anche seduti dalla poltrona basta avere internet, se non hanno tempo lo potranno fare sia il sindaco che la sua amministrazione comunale e le persone preposte al controllo , mi riferisco allo stato di degrado delle case con serio pericolo per le persone, case incompiute , ma quando concedono la concessione edilizia deve essere riportato l’inizio e la fine dei lavori , come quando ci sono pericoli di crollo le case devono essere messe in sicurezza, avevo posto delle domande al sindaco ma qualcuno invece di rispondere è arrivato a scrivere che ho dato le colpe dell'avvelenamento dei cani all'attuale amministrazione? vogliono deviare le domande scrivendo delle falsità tipo;( ..Anche la morte dei cani ritieni sia responsabilità di questa amministrazione....ridicolo!!! ) ma non è mica finito si continua ancora su cose che io non ho mai detto tipo queste; ( Stai offendendo non solo il Sindaco ma tutto il paese, chiamandoci creduloni, analfabeti, delinquenti, ladri, evasori truffatori ecc ecc è la gente non lo sopporta più. ) la gente quale ? questa è pura diffamazione in quanto non ho mai detto niente del genere , anche se non mi meraviglierei se a Zagarise ci siano degli assassini ancora in circolazione, , analfabeti,delinquenti, ladri,truffatori,evasori ecc ecc, dimenticavo creduloni e bugiardi , ma come ci sono a Zagarise ci sono in altri paesi, a Zagarise vi siete inventati un luogo di culto e di preghiera raccontando balle alla giornalista sulla pietra di San Pancrazio e sapete chi ha detto che la pietra è ritornata in paese ? il sindaco attuale, sapete chi ha detto dei Lanzichenecchi una consigliera della maggioranza, mi si accusa ; ( Hai anche toccato San Pancrazio parlando di vecchio, giovane, grande piccolo nero bianco, questo a riprova che del tuo essere zagaritano ti è rimasto ben poco!!!) essere zagaritano e aver scoperto che state adulando un falso per me è un pregio, perchè non vi documentate invece se racconto balle o è verità ? perchè non coinvolgete la curia ? non ci vuole molto a scoprire se mento , vi posso assicurare che qualche persona ha fatto le dovute ricerche e mi ha dato ragione, Zagaritani i problemi vanno affrontati e non cercare di nascondersi dietro un dito, ho sempre detto che in tutti i paesi ci sono problemi quindi includo anche Segrate , ma siete stati voi a chiedermi chi era il sindaco di Segrate, ma conoscete almeno il sindaco di Zagarise? non lo dico come persona ( rispettabilissima ) ma su cosa scriveva prima e detto in campagna elettorale , su cosa Lui e altri compreso il sottoscritto scrivevamo contro la vecchia amministrazione comunale e contro il sindaco Pietro Raimondo, ci vogliono pochi minuti a rispondere alle mie domande , domande che ritrovano riscontro su quanto da loro scritto e denunciato, anch'io leggo i giornali e ne conservo copia chi ha denunciato un assessore che secondo voi e io ci avevo creduto rubava la corrente elettrica ? quindi secondo voi i ( LADRI a Zagarise ci sono? però avete dimenticato di dirmi che per un anno avete avuto internet a gratis e sapete a chi dovete ringraziare ? quello che avete scritto che rubava pochi euro di corrente, ma sapete se era autorizzato a farlo? adesso parliamo dei " TRUFFATORI " secondo qualcuno di voi e parlo di zagaritani il vecchio sindaco prendeva mazzette , quindi i truffatori a Zagarise ci sono , "ANALFABETI " io ho sempre detto che ci sono Laureati e falsi laureati vi dirò di più che con Luca Raimondo o il fratello abbiamo avuto un dialogo interessante sulla laurea , certamente non è colpa mia se leggo che il sindaco attuale in campagna elettorale non smentisce la notizia ( errata) dove dicevano che era avvocato, poi non mi permetterei mai di dare a altri di essere Analfabeta , semmai da quello che leggo posso confermare che nell'attuale minoranza del comune ci sono tre laureati , vogliamo dare una colpa a loro se sono " LAUREATI " di cosa dobbiamo ancora parlare del ( il DEPURATORE) abbiamo dato la colpa a Pietro Raimondo pur sapendo che era dell'era Pagliaro ? posso dire all'attuale primo cittadino di Zagarise quando lo sistemerà perchè dall'ultimo suo scritto mi scriveva che funzionava al 20% se prima era pericoloso credo lo sia ancora o sbaglio ? su alcuni commenti apparsi su questo siete arrivati a scrivere che avete vinto le elezioni grazie ai miei commenti , non so se è vera la notizia quindi la si può smentire ma credo che sia vera , chiuso dove c'era l'informazione turistica e adesso quella struttura viene usata per vendere materassi , ma vogliamo parlare del "POLIFUNZIONALE" su cosa scrivevano al giornalista Emilio Grimaldi, del video girato e dalle voci che potete ascoltare?( EVASORI) credo che quando uno lavora in nero e non paga le tasse si può tranquillamente definire che è un ..........

mercoledì 15 ottobre 2014

Alcune doverose precisazioni da parte del sindaco di Simeri Crichi Marcello Barberio sul parco eolico in località "Apostolello" dove i lavori dovrebbero partire nel 2015



Parco eolico di Simeri Crichi
una polemica ricorrente

A intervalli quasi periodici, sin dal giugno 2013, ritorna sui mass media una polemica distorta sull’ipotesi di parco eolico che dovrebbe sorgere nei territori di Simeri Crichi e Catanzaro. Così da parte di associazioni e di alcuni consiglieri comunali di minoranza.
Premessa necessaria: la costruzione e l’esercizio degli impianti di produzione di energia elettrica alimentati da fonti rinnovabili (eolico, solare, ecc) sono soggetti ad AUTORIZZAZIONE UNICA REGIONALE. Per il parco in discussione la Regione Calabria ha rilasciato autorizzazione unica 17870 il 17 dicembre 2012, ai sensi dell’art. 12 del D.Lgs 387/03 e delle linee guida nazionali sugli impianti da fonte eolica. Il favorevole decreto del Dipartimento regionale all’ambiente è del 2007.
L’attuale amministrazione comunale ha ereditato la pratica il cui iter procedurale amministrativo è concluso da anni. Senza voler essere pilatesco, ma per completezza d’informazione, sono costretto a precisare di non aver mai rilasciato alcuna autorizzazione, né è pervenuta comunicazione della volontà d’iniziare i lavori, stanti anche i due ricorsi pendenti al Tar.
Che sia un effetto indotto dalla vicinanza delle elezioni regionali? Comunque sia, intendo formulare precise domande.  Dov’erano i consiglieri comunali che oggi si allarmano per un parco che 7 anni addietro l’intero consiglio (maggioranza e minoranza)  trovava  interessante, fino a condividere l’ipotesi di convenzione?  E dov’erano le associazioni per tutto il tempo dell’iter quinquennale regionale di esame del progetto di parco eolico soggetto ad autorizzazione unica?
Una cosa è certa: il sindaco e l’amministrazione comunale in carica non sono i soggetti promotori del parco né della centrale termica. Se sono emersi elementi nuovi, significativi e negativi, senso civico vuole che ognuno si rivolga alle autorità competenti, non esclusa quella giudiziaria. Non servono polveroni, ma efficacia e correttezza , senza commistioni tra parco e psc che altri e non io hanno approvato. Anche sulla cementificazione selvaggia è necessario fare chiarezza, perché la finzione non è oramai riproponibile e l’integrità del territorio è cosa troppo seria per essere strumentalizzata. Sollecito chiarezza e serietà  - oltre che rispetto  personale, senza fuorvianze e strumentalità. Chi intendesse discutere con ....

martedì 14 ottobre 2014

La lista definitiva di tutti gli eletti alla provincia di Catanzaro vince il centrosinistra con Enzo Bruno ma la maggioranza dei consiglieri è di centrodestra.



Enzo Bruno dopo 20 anni di centrodestra è il nuovo presidente della provincia di Catanzaro
L’esponente del Partito Democratico ha ottenuto il 41% dei voti, seguito da Tommaso Brutto, del centrodestra, con il 30% e da Leo Procopio con un sorpredente 19,7%. 
 La proclamazione del nuovo Presidente della Provincia di Catanzaro è stata rinviata a oggi, martedì 14 ottobre alle ore 11, presso la sala consiliare di Palazzo di Vetro.seguirà la conferenza stampa di fine mandato del Commissario straordinario Wanda Ferro  alle ore 12, presso la sala giunta della Provincia di Catanzaro.
 La sconfitta, netta, del centrodestra nella corsa per l’elezione del nuovo presidente della Provincia di Catanzaro, fotografa la situazione assolutamente allucinante in cui la coalizione si trova nella città capoluogo e non solo. Lo scrutinio delle schede ha consegnato un dato inoppugnabile: nel centrodestra sono stati molti i franchi tiratori che hanno impallinato Tommaso Brutto, incauto pretendente alla poltrona che è stata di Wanda Ferro. La certificazione è venuta dall’on. Giuseppe Galati che, a scrutinio ancora aperto ma ormai incanalato verso l’esito che poi è arrivato, ha parlato di “traditori senza ritegno” nel centrodestra. Da “incorniciare”, poi, a testimonianza di quanto i rapporti nel centrodestra catanzarese siano sfilacciati, la scontro avvenuto nei pressi del Palazzo della Provincia tra il sindaco di Catanzaro Sergio Abramo ed il suo ex assessore Massimo Lomonaco, considerato un fedelissimo di Mimmo Tallini. I due sono arrivati alle mani e sono finiti entrambi, seppure a distanza di qualche minuto l’uno dall’altro, in ospedale per farsi medicare. Il sindaco di Catanzaro, Sergio Abramo, ha denunciato per aggressione l’ex assessore comunale al Personale Massimo Lomonaco. La denuncia è stata presentata da Abramo, in nottata, alla stazione dei carabinieri di Catanzaro di via Trieste. Abramo e Lomonaco, al termine dello spoglio delle schede per l’elezione del presidente della Provincia di Catanzaro, sono stati protagonisti di un violento alterco, culminato con uno scontro fisico vero e proprio. Abramo ha esibito ai militari che hanno raccolto la sua denuncia anche un referto del pronto soccorso dell’ospedale cittadino con una prognosi di 15 giorni. Intanto l’assessore Lomonaco replica sostenendo che è stato Abramo ad aggredire lui e non viceversa. “Le immagini delle telecamere di sorveglianza puntate sulla piazza -se acquisite tempestivamente dagli inquirenti- potranno dimostrare come sono andate le cose”.

 Ecco l'elenco definitivo dei 12 consiglieri eletti con i vari voti ricevuti.

lunedì 13 ottobre 2014

"Taverna tra storia e poesia " I ragazzi del Comprensivo di Taverna fanno rivivere la storia e la poesia anche fuori dai testi scolastici.



I ragazzi del Comprensivo di Taverna protagonisti a “Taverna tra storia e poesia” Far vivere la poesia e la storia anche fuori dai testi scolastici e comunicarla in maniera viva e giovane, rendendo i ragazzi protagonisti, motivandoli all’ amore e allo studio delle proprie radici culturali, in un ambiente di intimità poetica, di invito all’ascolto e alla condivisione . E’ stato questo l’obiettivo che la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo di Taverna, dott.ssa Concetta Fichera, ha inteso perseguire coinvolgendo alunni e alunne nella bella manifestazione “Taverna tra storia e poesia” in cui sono stati coinvolti, oltre agli studenti, scrittori ed esperti di storia locale, e organizzata in collaborazione con la Banca Mediolanum - Banco Credito Cooperativo Sila Piccola. Si è trattato di una interessante miscellanea di letture scelte, messe in scena da alunni e alunne, tratte dal testo “Taverna: tra mito, storia e civiltà” del prof. Giovanni Canino (che ne ha generosamente donato copie in comodato alla scuola), dai libri del del dott. Biagio Amelio e dell’ing. Salvatore Munizza. Le letture sono state inframezzate dalla visione del video realizzato dal dott. Bruno Bevacqua, che ha ripercorso la storia delle origini tavernesi. I saluti del dott. Tomaselli, dir. Banca Mediolanum, e dell’ing. Eugenio Canino, sindaco di Taverna, sono seguiti a quello iniziale della dirigente Fichera che ha sottolineato come sempre più l’Istituto Comprensivo di Taverna intenda essere luogo di apprendimento partecipato, condiviso e aperto al territorio, fornendo ad alunni e alunne tutti gli strumenti idonei per valorizzare maggiormente le loro potenzialità ed essere in grado di inserirsi in una società in cui la reversibilità dei saperi richiede sicure competenze. Molto bella è stata l’esibizione musicale degli alunni che hanno allietato i presenti suonando la chitarra, il flauto e il flauto traverso. L’alunna Martina Umbrello, vincitrice di ...

venerdì 10 ottobre 2014

Domenica 19 ottobre la parrocchia di Simeri Crichi offrirà l'olio per la lampada votiva della Madonna di Porto.




Simeri Crichi
La parrocchia offre l’olio alla Madonna di Porto
 
1994:Barberio offre il quadro a C. Wojtyla
Domenica 19 ottobre, con inizio alle ore 15,30, la comunità parrocchiale di “San Nicola di Bari” di Simeri Crichi, guidata da don Alessandro Nicastro, offrirà l’olio per la lampada votiva della Madonna di Porto, nella basilica di Gimigliano, che è uno dei luoghi mariani più noti e frequentati della Calabria. Presiederà il rito l’arcivescovo emerito mons. Antonio Cantisani, che è anche uno studioso magistrale di storia ecclesiastica. Accenderà la lampada il sindaco di Simeri Crichi Marcello Barberio, il quale ricorda che La Madonna di Porto è la patrona dell’intera Provincia di Catanzaro. E rievoca l’evento dell’aprile del 1994, quando egli, nella qualità di presidente della Provincia catanzarese, nel corso di un’udienza privata con Papa Giovanni Paolo II, offrì al Santo Padre Carlo Wojtyla  un quadro  della Madonna acheropita di Porto, realizzato dal famoso orafo Gerardo Sacco. Acheropita perché “non fatto da mano umana”, semplicemente “completato” da un pittore locale, a memoria dell’apparizione in sogno al brigante Pietro Gatto.
Papa Wojtyla ebbe parole di apprezzamento per il popolo calabrese, che lo aveva accolto festante e devoto nel corso delle sue visite.
“Per me è una grande emozione partecipare all’evento promosso dall’Arcidiocesi metrolpolita di Catanzaro-Squillace, unitamente alla Provincia e al comune di Gimigliano. Nella comunità crichese fervono i preparativi spirituali e istituzionali per l’importante appuntamento, memori del fatto che anche la chiesetta mariana rurale seicentesca di Fra Rocco, prossima al cimitero, è detta di Porticello o della Cona e che il culto della Madonna di Costantinopoli è fortemente radicato nella tradizione locale, come testimoniano i frequenti pellegrinaggi a piedi nudi, da Crichi a .....
 a seguire la locandina dell'evento

giovedì 9 ottobre 2014

L'importanza della prevenzione contro i tumori. Presso il centro commerciale "le Fontane" visite senologiche gratuite grazie alla campagna nazionale di "Nastro Rosa"



La campagna nazionale Nastro Rosa, volta alla sensibilizzazione per la lotta ai tumori al seno, è giunta alla XXII edizione. Nell’ambito dell’iniziativa, che si svolge ogni anno durante tutto il mese di ottobre, la Sezione Provinciale di Catanzaro in collaborazione con il parco commerciale “Le Fontane” ha promosso degli eventi “in rosa” dedicati alle donne. “Si inizia giorno 11 ottobre alle ore 17 – spiega un comunicato – con la mostra fotografica di Francesca Tilio dal titolo “Pink project” , il progetto prevede anche una performance fotografica con la parrucca rosa. Sarà la fotografa stessa a immortalare tutte le donne che vorranno dare il loro contributo posando con la parrucca rosa simbolo della lotta al cancro al seno. All’interno della galleria del parco commerciale verrà allestito uno stand Lilt nel quale i volontari distribuiranno opuscoli informativi sulla prevenzione del tumore al seno, in uno spazio attiguo sarà inoltre possibile, durante le giornate del 11/12 – 18/19 – 25/26 dalle ore 17 alle ore 20, effettuare visite senologiche gratuite per tutte le donne che si presenteranno. La Campagna Nastro Rosa – si evidenzia – continua il suo percorso di sensibilizzazione, rivolgendo uno sguardo ancora più attento alle giovani donne”. La Presidente della Sezione Lilt di Catanzaro, Concetta Stanizzi, ribadisce che “la prevenzione è l’unica strada possibile per ....

mercoledì 8 ottobre 2014

Il processo sui gravi illeciti sulla gestione dell'impianto smaltimento rifiuti di Alli rinviato al 10 dicembre per difetti nelle notifiche, le parti civili sono: Il comune di Catanzaro, il comune di Simeri Crichi, La provincia di Catanzaro più alcune associazioni ambientalistiche


Non è potuto iniziare a causa di difetti nelle notifiche, oggi (ieri ndr) a Catanzaro, il processo a carico delle quindici persone coinvolte nell'inchiesta della Procura della Repubblica del capoluogo calabrese denominata "Pecunia non olet" su presunti gravi illeciti in materia fiscale ed ambientale connessi alla gestione dell'impianto di smaltimento rifiuti di Alli, nel catanzarese.
Il pubblico ministero ha chiesto la trasmissione degli atti in Procura perché si verifichi cosa abbia comportato tali difetti, mentre i giudici hanno rinviato il tutto alla nuova udienza del 10 dicembre.
Gli imputati sono stati rinviati a giudizio lo scorso 14 maggio, su richiesta del pm cui si sono associate anche le parti civili, che sono il Ministero dell'Ambiente (difeso dall'Avvocatura di Stato), il Comune di Catanzaro (rappresentato dall'avvocato Nicola Cantafora), e il Comune di Simeri Crichi (rappresentato dall'avvocato Valerio Murgano). Le  parti civili sono: la Provincia di Catanzaro,il Comune di Simeri Crichi, Legambiente, d Wwf, Codici Calabria e del Movimento per la difesa del cittadino
Tra gli imputati compaiono imprenditori, professionisti, funzionari dell'Ufficio per l'emergenza ambientale in Calabria, Graziano Melandri, ex Commissario delegato per l'emergenza ambientale in Calabria dal 9 marzo 2011 - che si dimise dall'incarico proprio nel corso dell'inchiesta -, e l'assessore all'Ambiente della Regione Calabria, Francesco Pugliano, coinvolto nella vicenda nella sua qualità di ex sub-commissario dell'Ufficio per l'emergenza dal 5 agosto del 2010 all'8 marzo del 2011.
Associazione a delinquere, abuso d'ufficio, evasione fiscale, corruzione, falso e disastro ambientale i reati a vario titolo contestati nell'ambito dell'inchiesta. La tesi dell’accusa è che ..........

martedì 7 ottobre 2014

Zagarise: Alcune precise, dettagliate domande poste da Domenico Dragone alla nuova amministrazione. Le risposte arriveranno?



Vorrei porre alcune domande al sindaco di Zagarise ;

iniziando con una premessa che si può leggere sul blog del giornalista  https://www.facebook.com/emilio.grimaldi?fref=ts
                   " risponderà il sindaco di Zagarise a queste domande ? o lo farà per primo E.T "
Noi riteniamo che un buon giornalista se è in possesso di immagini che possono documentare inadempienze da parte della pubblica amministrazione semplicemente le deve pubblicare dando, naturalmente, a tutti la possibilità di replicare, di chiarire di fornire la propria versione dei fatti. Se la stampa rinuncia a questa sua prerogativa non ha ragione di esistere o dovrà limitarsi a trasmettere sagre paesane”........... credo che ricorderai chi le aveva scritte ,   a mio parere il giornalista fino a oggi ha sempre fatto il suo dovere pubblicando e dando a tutti il modo di replicare, credo che per il momento le sagre paesane per Lui sono rimandate…signor sindaco ci conosciamo da alcuni anni ,volevamo un cambiamento per il paese di Zagarise a differenza che io non ci abito invece tu si , ci diamo ancora del tu o le cose sono cambiate da quando sei diventato sindaco, ti ho fatto gli auguri sia su facebook che per i mail inviata al comune , nessuna risposta , devo credere che sei stato molto impegnato ma per rispondere a una i mail o tramite messaggio facebook ti avrebbe rubato qualche minuto, strano di conversazioni in chatta ne abbiamo fatte  io di prassi non cancello mai niente , conservo tutto quello che scrivo ,ricevo e commento ….ho sempre scritto che per alcuni componenti della coccinella la mia stima non è mai mancata , non sto qui a elencare le offese che mi sono state rivolte in forma anonima o sotto intesa , persino minacce ,cosa che non è mai accaduto con l’ex sindaco Raimondo e la sua vecchia amministrazione comunale, quante ne ho scritte su di loro , ma devo precisare che tantissime non le riscriverei , ho sempre scritto le cose negative che facevano ma non quelle che hanno portato Zagarise a essere definito un paese di tante bellezze e invidiato da altri sindaci della zona,  ora il vanto di tante bellezze sono passate nelle vostre mani senza fare niente , anzi le mostrate in modo orgoglioso cosa che prima sia io che voi tutti abbiamo criticato Pietro Raimondo perché non perdeva occasione di mettersi in mostra , ma noto che tu non stai facendo di meno, ma man mano pongo le domande e mi scuso fin d’ora se ci dovessero essere delle imprecisioni, errori di battitura di date o altro, sempre disponibile a eventuali rettifiche con le dovute scuse:
1)    Si ricorda cosa scrivevate sugli errori sull’albo pretorio  nella lettera inviata al dottor Cilurzo?
Lo sa che da quando vi siete insidiati al comune l’albo pretorio fa acqua da tutte le parti ? errori su errori di questo ho già scritto su questo blog che su alcune pagine facebook, tutto documentabile, vedi la chiusura della strada ordinanza stesso giorno della chiusura , per la festa di San Pancrazio avete chiuso la strada ma non leggo niente sull’albo pretorio etcetchttp://giovanizagarise.altervista.org/allegato.php?id=53 questa è una vostra lettera inviata al dottor Cilurzo.

cosa scrivevate sulla inaugurazione della piazza Cesare Battisti ?  http://giovanizagarise.altervista.org/allegato.php?id=142

L'amministrazione Comunale di Zagarise continua a spendere soldi dei contribuenti per finanziarsi le passerelle propagandistiche come l'inaugurazione di P.zza Cesare Battisti dove è stato fatto un impegno di spesa di 1500 €…………………………………Piazza c. Battisti : enorme confusione. Riapertura e annullamento isola pedonale. Ripristino nuova isola pedonale con esclusione per i residenti , perché? Per promesse elettorali,? O per creare solo tanta confusione? La gente, ormai , nonostante il ripristino fa un po' quello che vuole, ma i vigili controllano o le auto transitano liberamente e tranquillamente?
Mensa: vi ricordate cosa scriveva Pietro Damiani e noi tutti? Volevamo assunzioni trasparenti e non avevano niente da dire per il lavoro da cuoca della sorella del sindaco, ottima cuoca ,adesso mi sorge un dubbio ma prima era giusta la procedura da noi criticata? Adesso non è la stessa? Stessa società, stessa modalità, il problema era solo la cuoca?

Perché l' appalto della città del west l' ha vinto la stessa ditta di sempre? Allora è vero che era l’unica in grado di fare lavori di tali dimensioni? Quanti lavoreranno di Zagarise?E quante esterne?

2)     E perché il tanto criticato tecnico del ,PSC,,,?
3)     Torre o castello , da me tanto criticato , ho criticato G.T per il modo che faceva per avere contributi ma noto che adesso grazie a Lui posso dire; Sono molti i soldi fatti avere per la torre o adesso sono pochi ?
4)     E' diventato importante l'avvistamento panoramico,,?
5)    Volevamo assunzioni trasparenti ?è giusto assumere .........

lunedì 6 ottobre 2014

Simeri Crichi:Il Consiglio approva il bilancio di previsione. Assenti tutti i consiglieri di opposizione, i 4 di minoranza e 2 ex assessori, oltre all’assessore in carica Rossella Riccelli (in stato di gravidanza)





Convocato per oggi,(ieri ndr) domenica 5 ottobre, dalla presidente Clementina Colao, il consiglio comunale di Simeri Crichi approva all’unanimità dei presenti (6 consiglieri di maggioranza) il bilancio di previsione, che si conclude con un consistente avanzo di amministrazione, che un allentamento del patto di stabilità potrà rendere disponibile per la realtà locale. Assenti tutti i consiglieri di opposizione, i 4 di minoranza e 2 ex assessori, oltre all’assessore in carica Rossella Riccelli (in stato di gravidanza). Il bilancio e il piano triennale delle opere pubbliche sono stati illustrati dal sindaco Marcello Barberio, il quale si è rammaricato delle numerose assenze e si è impegnato a provocare una discussione approfondita, alla presenza del consiglio comunale nella sua interezza, per verificare la compatibilità di alcuni punti programmatici (a cominciare dal nuovo complesso parrocchiale) con le concrete possibilità di finanziamento regionale in tempo di crisi e con lo stesso piano strutturale comunale, di cui il sindaco ha convocato la conferenza di pianificazione per mercoledì prossimo. 
E’ fuor di dubbio che una riflessione politica approfondita sarà opportuna, ben oltre l’aspetto formale delle regole della democrazia rappresentativa. Quanto la situazione attuale, in seno al consiglio comunale, rispecchia la volontà del 2011 e il più diffuso sentire popolare, nel pieno di una crisi senza precedenti, alla quale gli addetti ai lavori erano poco preparati ovunque in Italia?
Si obietta facilmente che il consiglio comunale non deve rivendicare una “funzione museale” del voto, ma porsi in sintonia con le tumultuose trasformazioni sociali ed economiche. Infatti non vale più lo schema contrappositivo se si vuole guardare al futuro con qualche fiducia e lungimiranza, senza la predicazione del “tanto peggio tanto meglio”, pur di mettersi in mostra , trascurando biografie e riposizionamenti endemici. Per non parlare dell’altro rischio sempre in agguato, quello della ....

sabato 4 ottobre 2014

Arriva il maltempo Temperature in calo con pioggie localmente anche intense il tutto sino a martedi 7 ottobre. Rinviata a domenica prossima la sagra della Zuppa a Villaggio Mancuso




Arriva il maltempo autunnale sulla Calabria. Nella giornata di di ieri  una circolazione di bassa pressione si va intensificando sulle estreme regioni meridionali e in particolare in Calabria. Si tratta di una perturbazione alimentata da aria umida che porterà piogge e rovesci anche intensi. Temperature in lieve calo nei valori massimi, in ascesa le minime, venti fino a tesi da Grecale e Levante con mari da mossi a molto mossi. Sabato, in particolare il tempo sarà instabile con piogge e temporali sparsi in arrivo anche se in Calabria sul versante tirrenico saranno sporadici. Temperature minime in calo, massime stazionarie. Venti deboli o localmente moderati settentrionali o da Est-Sudest. Zero termico nell'intorno di 3300 metri. Mari poco mossi o localmente mossi su Ionio e Mare e Canale di Sicilia. 
Proprio per le pessime previsioni meteo di domenica

 L'Associazione Amici del Villaggio Mancuso che organizza la Sagra della Zuppa Silana programmata inizialmente per il 5 ottobre ci invia questa nota per comunicare il rinvio della manifestazione.Appuntamento fissato per il 12. “Noi ce l'abbiamo messa tutta, le autorizzazioni, i contatti, la pubblicità, la SIAE ma, nonostante gli sforzi, credo che nessuno di noi abbia la possibilità di intercedere con il Buon Dio per far cambiare il meteo. Vorra'   dire che la prossima settimana avremo anche i cercatori di funghi a farci compagnia, visto che il leit motiv  di questo week end sarà la pioggia Appuntamento quindi alla .....

venerdì 3 ottobre 2014

Rischia di essere nuovamente chiusa la SP 25 Bivio Arsanise/Catanzaro ma questa volta non per il maltempo.





Circola da diversi giorni tra i tantissimi utenti che giornalmente percorrono la Sp25 la paventata notizia che a breve la strada possa essere di nuovo chiusa perché manca dei requisiti minimi di sicurezza stradale. Sempre secondo le voci ufficiosi la Ferrovia della Calabria sta per valutare percorsi alternativi per raggiungere il Capoluogo, con l’avvicinarsi della stagione invernale, dove aumenterebbero di molto il rischio frane su una strada con un pericolo idrogeologico altissimo. Difficile avere informazioni su quando dovrebbero partire i tanti sospirati lavori definitivi che con il nuovo tracciato dovrebbe bay passare il vecchio pericolosamente attaccato in più punti  dal fiume Alli,  che se ne sta bello tranquillo ma basta qualche giorno di pioggia intensa per diventare pericolosamente minaccioso . Con l’ormai imminente stagione delle piogge i vari automobilisti oltre che di pazienza dovranno giornalmente votarsi al proprio Santo protettore magari con una bella coroncina del Rosario bene in vista. Scherzi a parte è sotto gli occhi di tutti la precarietà della strada nel tratto a fondovalle a rischio frane da un lato a rischio esondazione dall’altro. I lavori di somma urgente hanno consentito la riapertura ma certamente non garantiscono la ben che minima sicurezza,proprio in questi giorni alcuni cedimenti strutturali danno sempre di più l’immagine di precarietà della strada, riaperta a fine maggio . Alcune segnalazioni ai vari organi competenti di  pericolosità sulla mancanza delle più elementari norme di sicurezza stradale, chiedendo un ...