09.11.2009 - 09.11.2017.... da 8 anni insieme a voi. Auguri al nostro blog del Comprensorio

martedì 30 giugno 2015

Simeri Crichi; Efficientamento energetico da fonti rinnovabili nella scuola primaria di "Roccani"

Scuola Primaria località Roccani
energia da fonti rinnovabili

Lo scorso 25 giugno, la giunta comunale presieduta dal sindaco Marcello Barberio, su proposta dell’assessore alla cultura e all’istruzione Adriana Maria Nagero, ha approvato la delibera di adesione al bando pubblico CSE 2015 per la concessione di contributi a fondo perduto per la realizzazione d’interventi di efficientamento energetico da fonti rinnovabili a servizio della Scuola Primaria della contrada Roccani, di proprietà e nella esclusiva disponibilità del Comune.

                                                    
                                                     Assessore A.M. Nagero

La giunta ha approvato la diagnosi energetica e gli elaborati tecnici redatti dall’ufficio tecnico comunale, il cui responsabile, con propria determinazione, ha avviato le procedure di “richiesta d’offerta”, tramite MePA, sia per l’intervento di impianto fotovoltaico che per l’impianto a pompa di calore e per le procedure relamping, sempre sull’edificio scolastico di Roccani, realizzato 30 anni fa, al tempo della prima amministrazione a guida del sindaco Marcello Barberio, a servizio della zona rurale e dell’incipiente Simeri Mare.
Il costo degli interventi è di 179.000 euro, per l’acquisto e l’approvvigionamento di beni e servizi abilitati all’interno del MePA, appartenenti alla categoria di cui alla tabella POI/CSE 2015.
L’assessore Nagero ha sottolineato come si tratti di un ulteriore intervento, che si aggiunge a quelli in corso di esecuzione agli edifici del capoluogo Crichi, gestiti direttamente dalle istituzioni scolastiche.
Tanto a dimostrazione della.........

sabato 27 giugno 2015

"TrasparEnte" Consegnato ieri a Lamezia Terme il primo premio al comune di Simeri Crichi.

L’on. Pasqua consegna il premio al sindaco Barberio
Targa-premio
Premio “TrasparEnte”.

Giovedì 25 giugno, nella sala convegni di un noto hotel del Lametino gremita di amministratori e dipendenti locali di tutta la Calabria, il Comune di Simeri Crichi ha ritirato il primo premio “TrasparEnte” per la provincia di Catanzaro, assegnato da Asmenet Calabria secondo i requisiti previsti dalla “Bussola della Trasparenza”, sito promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Motivazione: “La trasparenza e la legalità dell’attività degli Enti e la conseguente valutazione dell’operato rappresentano strumenti di partecipazione democratica posti a disposizione dei Cittadini e delle Imprese”. Principi cardine della vita pubblica, una sorta d’imperativo categorico in tempo di emergenza morale, balzata quotidianamente agli onori della cronaca.
Nel generale apprezzamento della folta platea, ha ritirato il premio il sindaco Marcello Barberio (già presidente della grande provincia Catanzaro-Crotone-Vibo), accompagnato dall’assessore Antonio Domenico Zangari, i quali hanno voluto esprimere il plauso dell’Amministrazione comunale verso gli addetti ai lavori, cioè la segretaria comunale dott.ssa Carmela Chiellino (responsabile anticorruzione ex l. 190/2012), il responsabile della.......

giovedì 25 giugno 2015

Ma è vero che tutto va bene fra il comune di Zagarise e quello di Sellia Marina?........

Il nome Zagarise da alcuni anni si ritrova su alcuni giornali locali e non…… 
quindi possiamo dire e confermare che non era l’ex sindaco Pietro Raimondo a fare da prima donna… che non perdeva occasione per mettersi in mostra  questo lo scrivevano quelli dell’allora minoranza ma adesso la cosa si ripete in continuazione per qualsiasi occasione si ricorre ai giornali, persino per un prestito del trattore per pulire la spiaggia del comune di Sellia Marina , premesso che sia il sindaco Domenico Gallelli che il sindacohttps://www.facebook.com/FrancescoMauroSindaco?pnref=story sono stati eletti nel 2014, niente da dire sull’iniziativa e della collaborazione , ma il sindaco di Zagarise conosce bene la storia della BIT di Milano dove non perdeva occasione per dire che era andato alla BIT ma non pagava il conto, anch’io nel leggere avevo creduto a quanto affermava Domenico Gallelli in quanto era anche consigliere di minoranza, inoltre ne dava notizia anche sul giornaletto “GiovaniZagarise.altervista.it” in data 29.03.2011 allega il decreto ingiuntivo e riporta il Sindaco va alla BIT e non paga il conto ….. etc etc
Rimango stupito nel leggere sul giornale e sulla pagina Facebook, https://www.facebook.com/GiovaniperZagarise?fref=ts------------ ………….( il sindaco Mauro esprime gratitudine e riconoscenza al sindaco Gallelli e all’intera Amministrazione Comunale “per il gesto di solidarietà e collaborazione istituzionale, il quale conferma gli ottimi rapporti di amicizia e lealtà che storicamente hanno contraddistinto queste due comunità”….. http://www.catanzaroinforma.it/index.php/171099-sellia-marina-pulizia-spiaggia-grazie-al-comune-di-zagarise.html#.VXrHDLsRDcE.facebook
Che l’ex sindaco https://www.facebook.com/pietro.raimondo.39?fref=ts ha cercato in tutti i modi di avere un buon rapporto con i vari sindaci ..allego uno stralcio di un articolo del giornalista Emilio Grimaldi https://www.facebook.com/emilio.grimaldi?fref=ts.......................


Ci sono professionisti del turismo e professionisti. Non tutti sono uguali. Pietro Raimondo, sindaco di Zagarise, per esempio, è uno dei primi. “Dobbiamo cominciare a diventare dei professionisti del turismo. Solo così possiamo far fare alla Calabria un salto di qualità con quello scatto di orgoglio che la potrà rendere una regione libera”, così si espresse alla Bit di Milano, la Borsa internazionale del Turismo il 18 febbraio 2010. Cioè, un “professionismo” dettato delle eccellenze calabresi. Lui "scommise”. Prima, in solitario, due anni prima. Fino a convincere, poi, i sindaci del comprensorio negli....

mercoledì 24 giugno 2015

Rinvenuti i due fucili con numerose munizioni che hanno colpito a morte l'imprenditore Guzzetti. Omicidio Rosso a Simeri Mare dopo due mesi gli inquirenti sulla pista dell'auto usata dai killer.

Due fucili, di cui uno d'assalto, e numerose munizioni erano abbandonate nell'alveo del fiume Sant'Elia di Catanzaro, tra Cicala e Sorbo San Basile. Non molto distante si trova la località dove, il 17 giugno scorso, è stato assassinato il 54enne Tommaso Guzzetti, l’imprenditore freddato con un fucile calibro 12 e colpi di calibro 7,62.
La scoperta è stata fatta dai Carabinieri di Soveria Mannelli grazie alla segnalazione di alcuni cittadini che hanno intravisto le armi lungo il letto di un fiume.
Controllata l’area, i militari vi hanno rinvenuto un fucile Benelli (calibro 12), uno d'assalto con il serbatoio vuoto, 18 colpi di calibro 7.62 (utilizzati per l'arma da guerra) che erano sparpagliati in più punti isolati. Armi e munizioni erano in buono stato di conservazione, nonostante il luogo sia piuttosto umido e le stesse esposte agli agenti atmosferici. Gli inquirenti ritengono pertanto che le stesse siano state abbandonate da poco e da qualcuno che potrebbe avere avuto la necessità di sbarazzarsene velocemente. Sono stati svolti tutti gli accertamenti per verificare se le armi siano state usate per scopi illeciti.
Omicidio Francesco Rosso
I Carabinieri della Compagnia di Sellia Marina e del Reparto operativo provinciale di Catanzaro avrebbero individuato l’auto utilizzata dagli assassini per fuggire dopo aver ucciso Francesco Rosso, il commerciante 35enne che il 14 aprile di quest’anno è stato freddato nella sua macelleria di Simeri Mare. L’identificazione del mezzo (una Fiat grigia) utilizzato dai killer darebbe così un notevole impulso alle indagini.
Rosso, il giorno del delitto, venne raggiunto nel suo negozio da una persona che gli esplose contro due colpi d’arma da fuoco poco prima che l’esercizio chiudesse per la pausa pranzo. La vittima era incensurata e dalle indagini non erano emersi elementi utili per ricostruire l’eventuale movente e dunque risalire ai possibili assassini. Il 35enne conduceva difatti una vita normale: non era sposato e si dedicava sostanzialmente all’attività di famiglia (una macelleria molto nota nella zona), poi la passione per il calcio e i consueti rapporti di amicizia.
A seguire i due articoli di giornale che trattano i due casi di omicidio.

martedì 23 giugno 2015

Primo premio "Comune TrasparEnte" Il comune di Simeri Crichi si piazza al primo posto nella provincia di Catanzaro. L'importante riconoscimento verrà consegnato giovedi 25 giugno a Lamezia Terme CZ.


Primo premio “Comune TrasparEnte” Al Comune di Simeri Crichi


Giovedì 25 giugno, a Lamezia Terme, in occasione del convegno annuale della società pubblica Asmenet Calabria, sarà consegnato al Comune di Simeri Crichi il “Premio TrasparEnte”, come primo Comune classificato, con 118 punti, della provincia di Catanzaro. Lo scorso anno, il Comune  si era classificato al secondo posto con 99 punti, distanziando diversi altri enti virtuosi, in possesso dei requisiti previsti dalla Bussola della Trasparenza, sito promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri.
Si tratta di uno strumento per monitorare da parte dei cittadini e degli addetti ai lavori la conformità del sito web del Comune alle linee guida, favorendo una maggiore partecipazione e coinvolgimento dei cittadini nelle informazioni on line e il rafforzamento dell’accountability attraverso il controllo sociale o “accesso civico”. In buona sostanza misura e rafforza la trasparenza, la partecipazione e l’accountability dell’Amministrazione, con riflessi importanti per quanto riguarda la prevenzione e il controllo alla corruzione.
Rappresenta, inoltre, una forma di attuazione della legge anticorruzione 190/2012, che vede responsabile dell’Ente Locale la segretaria comunale dott.ssa Carmela Chiellino, mentre responsabile della trasparenza è il dott. Antonio Giulino e responsabile del procedimento il geometra Antonio Prestinaci, in attuazione del regolamento comunale del D.Lgs. 33/2013 di “riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”.
Soddisfazione per l’importante riconoscimento è stata espressa dal sindaco Marcello Barberio e dall’amministrazione comunale, soprattutto in tempi di antipolitica e di ingenerose assimilazione a modelli negativi di gestione della.........

lunedì 22 giugno 2015

Il Villaggio Floriana di Simeri Mare sarà interessato di nuove opere per rispondere al meglio alle esigenze della variegata clientela.



Progetto Mice per Voihotels


Al lavoro su un prodotto orientato agli incentive; tutte le strutture del gruppo saranno attrezzate per soddisfare al meglio le esigenze del segmento


Stiamo costruendo  un prodotto orientato al mercato Mice e agli incentive". Lo annuncia Danilo Ferrandino, direttore commerciale Voihotels (brand alberghiero del Gruppo Alpitour). La catena, composta da 12 strutture tra Italia ed estero, si appresta ad attrezzare il suo portafoglio in modo da rispondere al meglio alle richieste di questo target di clientela. Intanto prosegue l'opera di rinnovamento degli hotel. Sul resort pugliese di Alimini, Voihotels ha investito 4 milioni di euro."Abbiamo completato il rifacimento delle facciate del corpo camere, della reception e del ristorante - spiega il manager -. Tra i lavori intrapresi, il restyling completo dell’intero ristorante, degli interni della reception, dei corridoi, la sostituzione delle porte delle camere e bagni, la ristrutturazione della sala meeting da 300 posti, la creazione di un nuovo grande bar e locale di intrattenimento al coperto, il rifacimento completo dei due campi da calcio e calcetto, il rinnovamento dell’area fitness con l’inserimento di uno spazio beauty e una sauna e l'installazione di un ascensore per collegare la piazzetta del ristorante al bar centrale". Altre opere sono......

venerdì 19 giugno 2015

Omicidio Guzzetti; ultimi sviluppi sull'efferato fatto di sangue che ha portato incredulità e sgomento nelle comunità di Sersale e Sorbo san Basile

Nuovi sviluppi si aprirebbero sul caso dell’omicidio dell’imprenditore catanzarese Tommaso Guzzetti, 53 anni, assassinato Martedi pomeriggio a Sorbo San Basile da almeno due sicari 
 Gli hanno esploso contro dapprima dei colpi di fucile calibro 12, fermando così la sua auto è finita sul ciglio della strada, per poi freddarlo con quattro proiettili di pistola calibro 7,62 anche alla testa. Secondo i carabinieri, che stanno indagando sulla sua morte, Guzzetti avrebbe allargato il suo giro d’affari attirando su di sé l’attenzione delle cosche di ‘ndrangheta. Gli inquirenti non escludono la possibilità - ovviamente tutta da verificare - che dietro la figura dell'imprenditore pulito e senza precedenti, potrebbe esserci dell'altro; tanto che anche la Dda catanzarese vuole vederci chiaro e sta seguendo le indagini, affidate dall’inizio al sostituto Vincenzo Capomolla.L’omicidio aveva attirato sin da subito l’attenzione degli inquirenti poiché eseguito con modalità più o meno simili a quelle mafiose: nonostante la vittima non avesse alcun precedente specifico, difatti, le indagini sono state da subito affidate all'AntimafiaGuzzetti, la cui attività principale era quella della ditta boschiva (sebbene con prospettive verso le energie alternative) avrebbe orientato i suoi interessi anche nel settore delle autolinee, dei viaggi e dei trasporti. Secondo gli investigatori, una crescita importante che avrebbe attirato l’attenzione dei clan. Intanto, nelle prossime ore, il magistrato affiderà l'incarico per.....

giovedì 18 giugno 2015

Omicidio di Tommaso Guzzetti noto imprenditore di Sersale gli inquirenti ipotizzano sia di stampo mafioso una vendetta maturata nelle varie attività del 53 enne.

Omicidio nel pomeriggio di ieri a Sorbo San Basile, nella Presila Catanzarese. Un uomo di 53 anniTommaso Guzzetti, imprenditore boschivo, residente a Sersale, è stato assassinato 

L'agguato avvenuto in località Taglio Grande. L’uomo sarebbe stato colpito da diversi colpi d’arma da fuoco. Presenti sul posto i Carabinieri del Reparto operativo provinciale e della Compagnia di Catanzaro.Il 53enne era titolare di diverse attività imprenditoriali, tra le quali anche una società di autotrasporti e un'azienda di autolinee che gestisce collegamenti tra la Calabria e il resto d'Italia. Guzzetti,secondo i primi accertamenti, non avrebbe alcun collegamento con la criminalità organizzata.L'imprenditore sarebbe stato ucciso da almeno due killer che lo hanno atteso per strada. Guzzetti, a bordo della propri auto, sarebbe stato prima colpito da un colpo di fucile calibro 12 che lo ha preso tra il collo e il torace. L’uomo sarebbe poi riuscito a proseguire per una ventina di metri, fino a quando non ha perso il controllo dell'autovettura che si è fermata sul ciglio della strada. Qui i killer avrebbero completato l'esecuzione esplodendo prima un secondo colpo di fucile che ha colpito il 53enne alla schiena, e poi altri quattro colpi di grazia alla testa con una pistola calibro 7,62.Le modalità dell’agguato lasciano presumere che si tratti di un omicidio a stampo mafioso. L'inchiesta sull'omicidio sarà coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia. Presente sul posto anche il sostituto procuratore della Dda, Vincenzo Capomolla. Gli investigatori ipotizzano una vendetta maturata tra le.....


mercoledì 17 giugno 2015

E' Entrato in funzione l'impianto eolico di Torre di Ruggero CZ per una potenza pari a 10MW Mentre è in fase di esecuzione l'impianto eolico nel comune di Simeri Crichi da ultimare entro il primo trimeste del 2016 avrà una potenza di 33MW.

 PLT energia, società operante nel mercato delle energie rinnovabili quotata al listino Aim Italia

ha annunciato oggi (ieri ndr) che è entrato in esercizio l'impianto eolico di Torre di Ruggiero, a Catanzaro, di potenza pari a 10Mw. L'impianto produrrà energia elettrica per oltre 23,4 GWh/anno, in grado di soddisfare il fabbisogno energetico di 10.000 famiglie. L’investimento complessivo è stato pari a 17,9 milioni e si stima porterà, a regime, ricavi annui ulteriori per oltre 2,4 milioni con un incremento dell’Ebitda di circa 1,9 milioni. “Tramite la messa in esercizio di questo impianto, unitamente ad altri tre impianti eolici di circa 1 MW di potenza ciascuno, allacciati nel primo trimestre 2015, la capacità installata del gruppo raggiunge i 113 MW - ha commentato Pierluigi Tortora, amministratore delegato di PLT energia - La crescita del gruppo si consolida e i lavori in fase di esecuzione dell’impianto eolico di Simeri Crichi, di potenza pari a 33 MW, ci consentono di guardare con fiducia all’obiettivo di raggiungere una capacità installata totale pari a 146 MW entro il primo trimestre del 2016”.
"La crescita del Gruppo si consolida ed i lavori in......

martedì 16 giugno 2015

L'ottimismo è il sale della vita.... questa massima vale anche per il comune di Sersale?

Nei giorni scorsi sulla stampa locale sono apparse diverse notizie positive come quella della mancata soppressione del.... E siamo contenti di questo ottimismo che sprizza da tutti i pori che annichila il nostro essere #gufi (cit. Matteo Renzi).
Tuttavia, per noi che siamo abituati a porci delle domande, l’eccesso di ottimismo rimane una tecnica comunicativa che tende a nascondere qualche notizia non certo positiva. In altri termini specchietti per le allodole…
Per esempio, quando si parla di viabilità subito scattano gli elogi per la ripresa dei lavori sulla Sersale-SS106. Ma nel condividere l’ottimismo degli aggiustatori di strade provinciali di destra-centro-sinistra vorremmo chiedere: possiamo effettivamente conoscere l’entità dei costi di questo lavoro pubblico? Per il lotto Sersale-Cropani, realizzato al 60% (4,7 km su 7) nel 2013, pare sia stato recuperato l’intero ribasso d’asta a furia di varianti in corso d’opera; a questi si aggiungono altri 1,5 mln di PISL per l’ultimo tratto Cropani-SanLorenzo: se conoscessimo anche il costo dell’altro lotto, non crediamo si possa essere ottimisti sulla spesa del denaro pubblico!
Sempre agli aggiustatori di strade vorremmo sottoporre lo stato penoso della SP20 Sersale-Buturo: buche grandi quanto canyon mettono a rischio la sicurezza degli automobilisti e fiaccano le speranze di chi quella strada la usa per lavoro, aziende boschive e turistico-ricettive. Aggiustatori, col vostro ottimismo e buoni uffici, possiamo avere un po’ di bitume?
Oppure sulla sanità: agli ottimisti sfugge che il sistema sanitario regionale è la voce di spesa maggiore, eppure né per gli Scopelliti boys né per Oliverio “si può fare” che si riducano i costi migliorando i servizi. Pare che il 118 è salvo, ma non per tutelare Sersale, perché i tagli vengono spostati su altre zone e su altri servizi.
L’ottimismo a volte serve, ma spesso come copertura di altre notizie non positive.
Per esempio nessuno pubblica sulla stampa che nell’ultimo bilancio la tesoreria comunale deve ancora incassare 842.000 € di “Crediti verso contribuenti”; che nel 2013 ai sersalesi sono stati chiesti 415.789 € di TARI e nel 2014 si chiede 518.593 €: un aumento di circa il 20%!
Nessuno si vanta della fattura SoRiCal di 270.000 € o dei mancati interventi per ridurre sprechi, quindi costi e tariffe.
O degli ottimistici risultati della differenziata: pare che nei primi nove mesi la differenziata si attesta al 20-25%!
Che il costo di sversamento è passato da 126.000 (2013) a 207.462 € (un aumento del 40%) e nel 2015 non beneficeremo delle tariffe di conferimento per i comuni virtuosi, quindi il costo aumenterà di un ulteriore 40% nel prossimo anno.
Che il servizio ingombranti è inesistente eppure il costo di “Spazzamento e raccolta” è passato da 194.000 a 232.621 € (+17%) e il “Servizio differenziata” è aumentato del 35%. Privati i centri di conferimento, privato il servizio di raccolta: un aumento di 152.000 € rispetto al 2013. Ci chiediamo quante convenzioni per il recupero di plastica, vetro e carta abbia siglato il comune di Sersale? Quanto recupera il comune per il riciclo della frazione riciclabile?
Sarebbe troppo ottimismo sperare che un’amministrazione attenta sappia che 5-600 tonnellate avviate a effettivo riciclo possono fruttare 100.000 €: un guadagno pubblico per calmierare il costo del servizio. È noto che il costo della frazione indifferenziata è dato dal peso dell’umido, ma sarebbe troppo ottimismo sperare nella raccolta dell’umido, nella sensibilizzazione per fare compostiere domestiche o consumo responsabile. Azioni a costo zero in bilancio, eppure l’ottimismo ci costa sempre più soldi in bolletta.
Oppure che questo comune non ha un Piano Strutturale Comunale e che quindi le ottimistiche scelte del Paese albergo, dell’acquisizione al .......

lunedì 15 giugno 2015

La regione Calabria stanzia 8 milione di euro per i depuratori dei comuni costieri tra i quali anche quello di Sellia Marina e Simeri Crichi. soddisfazione del sindaco Marcello Barberio




Da troppi anni, verso mezzogiorno, le nostre spiagge vengono aggredite dalla famigerata schiumetta oleosa e nauseabonda, che allontana i bagnanti dalle battigia, che rischia di diventare ricettacolo di sporcizia e di infezioni varie. Il fenomeno si concretizza in molte, troppe realtà, anche là dove i sistemi di depurazione delle acque reflue sembrano funzionare, supportati dalle analisi chimiche e batteriologiche. La crisi generale, poi, ha fatto il resto, col risultato di un calo verticale dell’afflusso turistico nei 114 comuni costieri calabresi, alle prese d’estate con tanti e irrisolti problemi d’accoglienza e di promozione.
Bene ha fatto, perciò, la Giunta Regionale, presieduta dal governatore Mario Oliverio, ad adottare, lo scorso 3 giugno, la delibera n°182, con la quale è stato approvato il programma di efficientamento e rifunzionalizzazione  degli impianti di depurazione delle stazioni di sollevamento dei reflui urbani ricadenti in 82 comuni costieri, per un importo complessivo di 7,9 milioni di euro, prelevati dai residui dei fondi Fesr 2007/2013.
Il Dipartimento regionale Ambiente e Territorio ha chiesto ai comuni di riportare su apposite schede tecniche sintetiche le criticità e le proposte di soluzione per ogni singolo impianto di depurazione. Simeri Crichi si colloca al quinto posto per consistenza del finanziamento ammesso, che ammonta a 231.000 euro, anche se a fronte di un importo richiesto di 531.150 euro. L’efficientamento degli impianti consentirà di guardare alla stagione balneare alle porte con maggiore ottimismo, con la speranza (o la preoccupazione?) di non dover registrare le criminali iniziative dell’inquinamento dei corsi d’acqua superficiali, vanificando ogni sforzo. A nessuno potrà essere consentito di sversare abusivamente e impunemente acque di fogna o altri inquinanti, in mare, nei fiumi o sul suolo e poi magari gridare camaleonticamente ai ritardi e alle inefficienze dei comuni.
Soddisfazione per il finanziamento è stata espressa dagli amministratori comunali, ad iniziare dal sindaco Marcello Barberio, il quale ha ........
A seguire l'articolo del giornale sul finanziamento ai comuni costieri tra i quali Simeri Crichi e Sellia Marina.