Archivio blog

lunedì 16 gennaio 2017

Provinciale 25, discarica a cielo aperto. Il problema persiste.Accorato appello al Presidente Bruno ma anche a tutti quei politici che ancora hanno un pò a cuore il nostro territorio

In attesa di rivedere i famosi 10 milioni per la messa in sicurezza della SP25 Arsanise Catanzaro spariti dopo la famosa rimodulazione del Fondo per lo sviluppo e la Coesione (FSC) 2007/2013.

Qualche settimana fa avevo già affrontato con un breve scritto tale argomento, ma a distanza di qualche settimana nonostante la visibilità data da "Sellia racconta" alla problematica e nonostante abbia scritto inviato una mail con il seguente testo ad un funzionario Provinciale ed ad un Consigliere Provinciale, nulla è cambiato anzi i cumuli di rifiuti e i sacchetti spesso aperti sparsi qua e la sono aumentati. 
Ecco il testo della mail: 
La Strada Provinciale 25 che collega i paesi della Presila al Capoluogo di Regione, tra mille problematiche ed in attesa di ammodernamento e messa in sicurezza, deve fare i conti con una ulteriore problematica ossia quella dei cumuli di rifiuti che giacciono ai margini della carreggiata, arrecando spesso non pochi rischi per la sicurezza degli automobilisti specialmente durante le giornate di pioggia o forte vento nelle quali non è infrequente che la carreggiata venga invasa da rifiuti e sacchetti di vario genere. 
Da cittadino, ammetto che la responsabilità in toto è purtroppo di altrettanti cittadini poco inclini ai diritti e doveri che impone la società e poco innamorati di questo fantastico territorio che abbiamo la fortuna di abitare. 
Purtroppo però dinnanzi a tali gravi gesti credo sia responsabilità delle amministrazioni competenti intervenire oltre che cercare di porre rimedio affinché tali fenomeni non si verifichino più. 
Ho espresso grande soddisfazione quando nel mio piccolo Comune ai piedi della Sila è partita la differenziata porta a porta, è stato e continua ad essere quel salto di qualità e di civiltà che ci deve rendere fieri, qualcuno visto i gesti che compie a danno di tutta la Comunità non deve pensarla allo stesso modo. Sono certo però che l'Amministrazione Bruno mai rimasta indifferente alle problematiche sociali in questi anni di governo, saprà trovare e nel più breve tempo possibile una soluzione. 
Scusandomi per essermi dilungato e per averla disturbata porgo a lei, al Presidente Bruno e a tutto il Consiglio i più cordiali saluti  e l'in bocca al lupo per un proficuo 2017, affinché possa essere l'anno del riscatto per il Sud, per la Calabria e -con un minimo di campanilismo- per la nostra bella e grande Provincia.
P.s. Allego una foto scattata prima di Natale lungo uno dei tratti più critici, in queste poche settimane la situazione è peggiorata e tutta l'arteria rimane invasa da sacchi e cumuli di rifiuti. 
Colgo l'occasione di questo secondo scritto oltre che per non far smarrire l'attenzione su questo problema di decoro urbano e di igiene pubblica anche per rispondere  ai vari commenti a seguito del precedente scritto. 
So bene, come si evince anche dalla mail che la colpa è principalmente di cittadini poco disciplinati e assolutamente poco inclini ai diritti/doveri di una Società ma in qualche modo tale situazione la si deve risolvere, ed a farlo dovranno essere le Istituzioni magari anche mediante le associazioni di volontariato presenti sul territorio. Certo, è poco giusto ma onde evitare di vedere lungo un'arteria molto trafficata tale scempio è doveroso intervenire, successivamente si potranno studiare soluzioni per far si che tutto ciò non capiti, vi era chi suggeriva l'utilizzo delle Guardie Provinciali ma si potrebbero utilizzare anche altri strumenti o mezzi per impedire il ripetersi di tale fenomeno.
E' vero forse c'è qualche "zozzone presilano" che si "diverte"a sporcare la nostra terra ma la madre dei cretini è sempre incinta e purtroppo queste persone esistono ed esisteranno sempre ma spero che prima o poi siano beccate in flagrante e siano

sabato 14 gennaio 2017

"Premio Sersale" alla dr.ssa Carmen Fotino, per le ricerche sul diabete e per l'onore che i suoi studi hanno dato a Lei, alla Sua famiglia e a Sersale.

E'' stato assegnato ieri a Carmen Fotino biologa e ricercatrice che da anni vive e lavora negli Stati Uniti, per l’impegno nella ricerca sul diabete il premio Sersale  Il premio, rappresentato da una targa che riproduce l’immagine della Chiesa del Monte Crozze, è stato istituito con delibera di Giunta Comunale nell’anno 2006, su proposta dell'allora consigliere comunale Lino Lupia, che è anche il moderatore della manifestazione, e viene assegnato a cittadini sersalesi che si siano particolarmente distinti nei propri settori di attività.

Grazie a tutti ! Un grazie al sindaco Salvatore Torchia per la sensibilità e il dinamismo che lo contraddistingue in ogni occasione. Grazie al comitato d’onore del premio. Grazie a Michele Berlingò , sempre presente e attento alle problematiche sociali e ad Enzo Niutta per la sua opera di preziosa collaborazione svolta con serietà e umiltà. Grazie agli ospiti per aver arricchito l’evento con le loro testimonianze. Grazie alla premiata dott.ssa Carmen Fotino per averci reso partecipe delle sue esperienze. Grazie a tutti i cittadini di Sersale per aver onorato la manifestazione con attenzione e partecipazione.

Le precedenti edizioni del "Premio Serale" sono state assegnate a Michele Scarpino (I edizione), docente e dirigente scolastico, per la sua attività di esperto di storia locale ed autore di volumi sulla storia di Sersale, a Carmine Lupia (II edizione), botanico, esperto di turismo ambientale e protagonista del “fenomeno Valli Cupe”, a Tommaso Le Pera fotografo di..........

giovedì 12 gennaio 2017

Incredibile ma vero il Catanzaro Calcio non ha garantito neppure una doccia calda alla squadra avversaria Sanzionata con una multa di 500 euro sancita dal giudice sportivo

A seguito della ventunesima giornata di campionato tra le varie deliberate di sanzioni disciplinari in  Lega Pro quella ricevuta dal Catanzaro ha dell'incredibile ma vero!!


€ 500,00 CATANZARO CALCIO 2011 SRL per mancanza di acqua calda alle docce dello spogliatoio della squadra avversaria.

La sanzione disciplinare subita dal Catanzaro e sancita dal giudice sportivo è davvero singolare. Cinquecento euro di multa "per mancanza di acqua calda alle docce dello spogliatoio della squadra avversaria." Così è stata multata la società giallorossa, che non è stata in......

martedì 10 gennaio 2017

Nevica copiosamente domani scuole chiuse in tutto il Comprensorio Ecco le foto dai vari paesi

Come da previsione la neve è arrivata in tutto il Comprensorio. Già dalle scorse ore infatti le precipitazioni erano per lo più miste a pioggia, ma in queste ore la neve ha  preso il possesso. 






a seguire ancora tante foto

Sersale… terra di conquista dei benefattori! Promettendo meraviglie un altro benefattore sta per calpestare il suolo del comune.

Ci risiamo. Un altro benefattore sta per calpestare il suolo del nostro comune.
Non è servita neanche la colossale campagna di disinformazione: nemmeno abbiamo fatto l’assemblea che già arriva a domicilio le giustificazioni  sulla privatizzazione del servizio idrico; dopo 4 consigli, assemblee e articoli di giornale, evidentemente i sersalesi non sono convinti: meglio ricordare che chi gestirà una rete colabrodo, la manutenzione, il verde pubblico, il depuratore, darà perfino lavoro a ditte e giovani sersalesi e  versando anche 100.000€ alle casse comunali. Praticamente una Associazione Benefica!
Il Sindaco scrive un manifesto di propaganda elettorale (stampato coi soldi dei cittadini?) in cui considera i cittadini dei creduloni ignoranti: i sersalesi hanno votato al referendum per togliere i profitti dall’acqua, non perché l’acqua diventa privata, ma perché il servizio idrico diventa privato. Secondo la lingua e le leggi italiane “affidamento a terzi del servizio idrico… mediante bando di gara” vuol dire PRIVATIZZARE!
 che faranno la storia – COSTO ZERO, ASSUNZIONI, EFFICIENZA – il Sindaco dimentica che se non si rispetta un “CONTRATTO” di solito si paga una penale: se le bollette aumentano, se il servizio sarà inefficiente, chi ci rimborsa? L’unica cosa veramente “storica” e “credibile” sarebbe se mettesse nero su bianco la disponibilità a risarcire patrimonialmente i sersalesi in caso di ENNESIMO FALLIMENTO.
La portata delle promesse è tale che il dubbio sorge a tutti: quale azienda privata si accollerebbe così tanti svantaggi senza avere un tornaconto? Nel capitolato c’è scritto chiaro, il gestore farà soldi con l’idroelettrico, rivendendoci acqua captata da nuove sorgenti (nostre!) e ricevendo unCORRISPETTIVO per i servizi prestati. Cioè, installa centrali, non ha obbligo di risparmiare acqua, fa lavori e fattura al comune che paga coi soldi dei cittadini… è trasparente come l’acqua!
Il volantino richiama altri favolosi “benefattori” annunciati dal Torchia: come dimenticare quel tale generoso Sig. Nigro, un messia accompagnato dal nostro Sindaco “inconsapevole”,  che ha ripulito le tasche di associazioni e commercianti. Anche Nigro era un’imprenditore, del sociale, ma un imprenditore che curava il SUO profitto!
La privatizzazione della pubblica illuminazione (un contenzioso); i pirotecnici miracoli della Raccolta Differenziata (2014): “raggiungere risultati significativi nelle percentuali di raccolta differenziata dei rifiuti e, di conseguenza, nella riduzione dei costi del servizioun sistema per cui NOI facciamo la differenziata, NOI paghiamo il conferimento della plastica mentre al PRIVATO spettano i corrispettivi per il riciclo! Praticamente: i cittadini pagano bollettesalatissime ma non sanno a chi vanno i benefici dei loro sacrifici… oltre al volantino, sarebbe utile conservare le bollette di questi cinque anni: dato che tutti i servizi sono esternalizzati, potremmo scoprire se si sono ridotte o aumentate.
Promettere VERGOGNOSAMENTE posti di.........

lunedì 9 gennaio 2017

Forti disagi per il gelo con il record di -17 in Sila Enormi danni per l'agricoltura. Manca l'acqua in alcune zone di Catanzaro e in qualche paese della PreSila

Numerosi  danni causati da questa ondata di gelo con temperatura da record -17 in Sila, temperature che sono rimaste sotto lo zero in molti centri della preSila catanzarese Era dal 1968 che la colonnina non scendeva cosi in basso. Nel nostro Comprensorio per oggi le scuole rimangono tutte chiuse nel Capoluogo come in molti centri del Circondario mentre già si pensa alla giornata di domani dove secondo le previsioni le temperature se pur lievemente inizieranno a salire Manca l'acqua in alcune zone a nord della città ma disagi sull'erogazione dell'acqua sono segnalati anche nei vari paesi dove la Sorical sta verificando i vari impianti.
L’aria gelida che è arrivata in Italia nei giorni della Befana sembra proprio che non voglia lasciare il nostro Paese. Se nella giornata di oggi, lunedì 9 gennaio, sembra che le temperature siano in leggera risalita, da domani, martedì 10 gennaio, un vorice gelido sui Balcani si inizierà a muovere verso l’Adriatico e iniziando così una nuova fase di raffreddamento di tutta Italia.

Nuova ondata di gelo: ecco le zone colpite

Questa nuova ondata di gelo colpirà essenzialmente il medio-basso adriatico portando anche qualche rovescio su Marche, Puglia, Basilicata, Calabria. Una nuova bassa pressione, attiva proprio nello stesso periodo, darà luogo a precipitazioni sulle Isole Maggiori che si spostano verso la Calabria. Diverse nubi anche in arrivo nelle regioni del nord-ovest con, forse, anche qualche fiocco di neve in arrivo su Piemonte e Ponente Ligure. Altrove le......