Benvenuti sul blog Sellia racconta il Comprensorio. Invia le tue segnalazioni,articoli,foto ecc ... a selliaracconta@gmail.com

W la liberta di pensiero.
" Non condivido le tue idee, ma mi batterò fino alla morte affinché tu possa esprimerle" ... Voltaire

venerdì 3 luglio 2015

Nonna Vittoria taglia il bel traguardo dei 106 anni. Nata nel 1909 nel borgo antico di Sellia, vive a Sellia Marina sotto le cure amorevoli dei suoi cari


Nonna Maria Vittoria  taglia il traguardo dei 106 anni, confermandosi, appunto, la persona più longeva di Sellia Marina. Nativa di Sellia, piccolo paesino della presila catanzarese, l’arzilla nonnina ha compiuto ben 106 anni lo scorso 28 giugno. Mai sola nonna Maria Vittoria, ovviamente neanche nel giorno del suo 106esimo compleanno. Maria Vittoria Sinopoli è infatti nata a Sellia, il 28 giugno 1909. Mai sola perché accompagnata dai suoi cinque figli, 11 nipoti e 16 pronipoti. Una grande festa che ha celebrato una delle persone più anziane (e in forma!) di Sellia Marina. Un’età per la quale la signora Sinopoli ha dovuto inevitabilmente attraversare periodi tristi del panorama italiano, tra cui le guerre, la fame, le carestie. E forse oggi la vittoria più grande è proprio quella di esser circondata dall’affetto dei propri cari. E dunque, con lo........

giovedì 2 luglio 2015

Una centrale idroelettrica sull'impianto Vasca sul Simeri con la rimodulazione del progetto diga Melito Questi alcuni degli ambiziosi progetti del Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese

“I tempi sono difficili? Ecco allora che il Consorzio di Bonifica Ionio Catanzarese, “ventre a terra”, in una formidabile e produttiva sinergia tra amministrazione e struttura amministrativa, continua a il lavoro certosino di revisione della spesa e nuova e rinnovata progettualità”. Cosi, il Presidente
dell’Ente Grazioso Manno, ha commentato con soddisfazione il Bilancio Consuntivo del Consorzio di Bonifica, approvato all’unanimità dal Consiglio dei Delegati.  “Continuiamo a fare ciò che deve essere fatto – continua – e con responsabilità continuiamo a porci come esempio di Ente virtuoso, anche in presenza di consistenti tagli operati dalla Regione e riferiti ad investimenti che rivestono una importanza notevole per  lo sviluppo durevole e sostenibile del territorio”. In un dialogo proficuo e disinteressato, il Consiglio dei Delegati, grazie ad un impegno straordinario e scrupoloso ha proceduto al riaccertamento della  ”zavorra” dei residui (attivi e passivi) che hanno comportato  importanti azioni, sia di bilancio che di valutazione. Il Bilancio ha un attivo patrimoniale di € 29.089.098,69 milioni con un avanzo  patrimoniale di € 3.210.903,61. Dal punto di vista tecnico, la dotazione da parte del Consorzio del nuovo sistema contabile, in linea con quanto consigliato dalla Struttura di Controllo degli atti dei Consorzi di Bonifica presso il Dipartimento Regionale Agricoltura, è servita ad accelerare un processo di reale e duraturo cambiamento. Un particolare impulso è stato dato alla riscossione dei tributi al fine di eliminare sacche di evasione ed elusione. In sede di consuntivo, sono stati riscontrate minori entrate per spese generali relative ai programmi di Forestazione, che sono passate dal 6% al 3,5%,  e ulteriormente per spese generali sulle concessioni, nonché una drastica diminuzione del contributo regionale sugli impianti irrigui e rete di colo. E’ evidente che l’amministrazione consortile interverrà con efficacia e determinazione per la copertura delle minori entrate nel breve periodo, con un piano di riequilibrio che prevede  sempre minori costi e maggiori entrate. Ma anche qui, le idee sono concrete e chiare. Su versante progettualità, che rappresenta il cuore dell’attività del consorzio, si sta lavorando con grande impegno, per attingere alle fonti di finanziamento che deriveranno dalla nuova programmazione comunitaria, per investimento nelle nuove energie rinnovabili (ad esempio la centrale idroelettrica sull’impianto irriguo della “Vasca Simeri”), nonché  sulla rimodulazione  del progetto diga Melito. Il Consiglio dei delegati, farà leva anche sulla forte patrimonialità del Consorzio, che possiede immobili di pregio, alcuni non più funzionali agli obiettivi istituzionali dell’Ente. Importanti raccomandazioni, sono venute dal Collegio Sindacale, nelle persone del dr. Greco e dr. Celi e del presidente Sculco,, che ha dato parere favorevole all’approvazione del Consuntivo. Nel corso del dibattito, sono intervenuti i consiglieri : Grimaldi, Cosentino, Iamello, Salerno Costa, Mazza che, con varie sottolineature, hanno convalidato l’azione del Consorzio di Bonifica che deve continuare ad avere una continua e particolare attenzione verso i Consorziati, i Comuni e i cittadini. Il Consiglio ha deliberato altresì una ........

martedì 30 giugno 2015

Simeri Crichi; Efficientamento energetico da fonti rinnovabili nella scuola primaria di "Roccani"

Scuola Primaria località Roccani
energia da fonti rinnovabili

Lo scorso 25 giugno, la giunta comunale presieduta dal sindaco Marcello Barberio, su proposta dell’assessore alla cultura e all’istruzione Adriana Maria Nagero, ha approvato la delibera di adesione al bando pubblico CSE 2015 per la concessione di contributi a fondo perduto per la realizzazione d’interventi di efficientamento energetico da fonti rinnovabili a servizio della Scuola Primaria della contrada Roccani, di proprietà e nella esclusiva disponibilità del Comune.

                                                    
                                                     Assessore A.M. Nagero

La giunta ha approvato la diagnosi energetica e gli elaborati tecnici redatti dall’ufficio tecnico comunale, il cui responsabile, con propria determinazione, ha avviato le procedure di “richiesta d’offerta”, tramite MePA, sia per l’intervento di impianto fotovoltaico che per l’impianto a pompa di calore e per le procedure relamping, sempre sull’edificio scolastico di Roccani, realizzato 30 anni fa, al tempo della prima amministrazione a guida del sindaco Marcello Barberio, a servizio della zona rurale e dell’incipiente Simeri Mare.
Il costo degli interventi è di 179.000 euro, per l’acquisto e l’approvvigionamento di beni e servizi abilitati all’interno del MePA, appartenenti alla categoria di cui alla tabella POI/CSE 2015.
L’assessore Nagero ha sottolineato come si tratti di un ulteriore intervento, che si aggiunge a quelli in corso di esecuzione agli edifici del capoluogo Crichi, gestiti direttamente dalle istituzioni scolastiche.
Tanto a dimostrazione della.........

sabato 27 giugno 2015

"TrasparEnte" Consegnato ieri a Lamezia Terme il primo premio al comune di Simeri Crichi.

L’on. Pasqua consegna il premio al sindaco Barberio
Targa-premio
Premio “TrasparEnte”.

Giovedì 25 giugno, nella sala convegni di un noto hotel del Lametino gremita di amministratori e dipendenti locali di tutta la Calabria, il Comune di Simeri Crichi ha ritirato il primo premio “TrasparEnte” per la provincia di Catanzaro, assegnato da Asmenet Calabria secondo i requisiti previsti dalla “Bussola della Trasparenza”, sito promosso dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri. Motivazione: “La trasparenza e la legalità dell’attività degli Enti e la conseguente valutazione dell’operato rappresentano strumenti di partecipazione democratica posti a disposizione dei Cittadini e delle Imprese”. Principi cardine della vita pubblica, una sorta d’imperativo categorico in tempo di emergenza morale, balzata quotidianamente agli onori della cronaca.
Nel generale apprezzamento della folta platea, ha ritirato il premio il sindaco Marcello Barberio (già presidente della grande provincia Catanzaro-Crotone-Vibo), accompagnato dall’assessore Antonio Domenico Zangari, i quali hanno voluto esprimere il plauso dell’Amministrazione comunale verso gli addetti ai lavori, cioè la segretaria comunale dott.ssa Carmela Chiellino (responsabile anticorruzione ex l. 190/2012), il responsabile della.......

giovedì 25 giugno 2015

Ma è vero che tutto va bene fra il comune di Zagarise e quello di Sellia Marina?........

Il nome Zagarise da alcuni anni si ritrova su alcuni giornali locali e non…… 
quindi possiamo dire e confermare che non era l’ex sindaco Pietro Raimondo a fare da prima donna… che non perdeva occasione per mettersi in mostra  questo lo scrivevano quelli dell’allora minoranza ma adesso la cosa si ripete in continuazione per qualsiasi occasione si ricorre ai giornali, persino per un prestito del trattore per pulire la spiaggia del comune di Sellia Marina , premesso che sia il sindaco Domenico Gallelli che il sindacohttps://www.facebook.com/FrancescoMauroSindaco?pnref=story sono stati eletti nel 2014, niente da dire sull’iniziativa e della collaborazione , ma il sindaco di Zagarise conosce bene la storia della BIT di Milano dove non perdeva occasione per dire che era andato alla BIT ma non pagava il conto, anch’io nel leggere avevo creduto a quanto affermava Domenico Gallelli in quanto era anche consigliere di minoranza, inoltre ne dava notizia anche sul giornaletto “GiovaniZagarise.altervista.it” in data 29.03.2011 allega il decreto ingiuntivo e riporta il Sindaco va alla BIT e non paga il conto ….. etc etc
Rimango stupito nel leggere sul giornale e sulla pagina Facebook, https://www.facebook.com/GiovaniperZagarise?fref=ts------------ ………….( il sindaco Mauro esprime gratitudine e riconoscenza al sindaco Gallelli e all’intera Amministrazione Comunale “per il gesto di solidarietà e collaborazione istituzionale, il quale conferma gli ottimi rapporti di amicizia e lealtà che storicamente hanno contraddistinto queste due comunità”….. http://www.catanzaroinforma.it/index.php/171099-sellia-marina-pulizia-spiaggia-grazie-al-comune-di-zagarise.html#.VXrHDLsRDcE.facebook
Che l’ex sindaco https://www.facebook.com/pietro.raimondo.39?fref=ts ha cercato in tutti i modi di avere un buon rapporto con i vari sindaci ..allego uno stralcio di un articolo del giornalista Emilio Grimaldi https://www.facebook.com/emilio.grimaldi?fref=ts.......................


Ci sono professionisti del turismo e professionisti. Non tutti sono uguali. Pietro Raimondo, sindaco di Zagarise, per esempio, è uno dei primi. “Dobbiamo cominciare a diventare dei professionisti del turismo. Solo così possiamo far fare alla Calabria un salto di qualità con quello scatto di orgoglio che la potrà rendere una regione libera”, così si espresse alla Bit di Milano, la Borsa internazionale del Turismo il 18 febbraio 2010. Cioè, un “professionismo” dettato delle eccellenze calabresi. Lui "scommise”. Prima, in solitario, due anni prima. Fino a convincere, poi, i sindaci del comprensorio negli....

mercoledì 24 giugno 2015

Rinvenuti i due fucili con numerose munizioni che hanno colpito a morte l'imprenditore Guzzetti. Omicidio Rosso a Simeri Mare dopo due mesi gli inquirenti sulla pista dell'auto usata dai killer.

Due fucili, di cui uno d'assalto, e numerose munizioni erano abbandonate nell'alveo del fiume Sant'Elia di Catanzaro, tra Cicala e Sorbo San Basile. Non molto distante si trova la località dove, il 17 giugno scorso, è stato assassinato il 54enne Tommaso Guzzetti, l’imprenditore freddato con un fucile calibro 12 e colpi di calibro 7,62.
La scoperta è stata fatta dai Carabinieri di Soveria Mannelli grazie alla segnalazione di alcuni cittadini che hanno intravisto le armi lungo il letto di un fiume.
Controllata l’area, i militari vi hanno rinvenuto un fucile Benelli (calibro 12), uno d'assalto con il serbatoio vuoto, 18 colpi di calibro 7.62 (utilizzati per l'arma da guerra) che erano sparpagliati in più punti isolati. Armi e munizioni erano in buono stato di conservazione, nonostante il luogo sia piuttosto umido e le stesse esposte agli agenti atmosferici. Gli inquirenti ritengono pertanto che le stesse siano state abbandonate da poco e da qualcuno che potrebbe avere avuto la necessità di sbarazzarsene velocemente. Sono stati svolti tutti gli accertamenti per verificare se le armi siano state usate per scopi illeciti.
Omicidio Francesco Rosso
I Carabinieri della Compagnia di Sellia Marina e del Reparto operativo provinciale di Catanzaro avrebbero individuato l’auto utilizzata dagli assassini per fuggire dopo aver ucciso Francesco Rosso, il commerciante 35enne che il 14 aprile di quest’anno è stato freddato nella sua macelleria di Simeri Mare. L’identificazione del mezzo (una Fiat grigia) utilizzato dai killer darebbe così un notevole impulso alle indagini.
Rosso, il giorno del delitto, venne raggiunto nel suo negozio da una persona che gli esplose contro due colpi d’arma da fuoco poco prima che l’esercizio chiudesse per la pausa pranzo. La vittima era incensurata e dalle indagini non erano emersi elementi utili per ricostruire l’eventuale movente e dunque risalire ai possibili assassini. Il 35enne conduceva difatti una vita normale: non era sposato e si dedicava sostanzialmente all’attività di famiglia (una macelleria molto nota nella zona), poi la passione per il calcio e i consueti rapporti di amicizia.
A seguire i due articoli di giornale che trattano i due casi di omicidio.