Archivio blog

mercoledì 10 febbraio 2016

I sentieri pre silani come volano di sviluppo turistico.Presentato nei giorni scorsi a Taverna il Progetto: “Il Cammino di Gioacchino”, presenti anche i sindaci di Zagarise, Sellia, Fossato, Magisano,

L’Associazione Sportiva Dilettantistica Calabriando di Catanzaro e la UISP – Unione Italiana Sport Per tutti (Comitato Territoriale di Catanzaro) hanno  presentato il Progetto: “Il Cammino di Gioacchino” per la valorizzazione del territorio silano e per un turismo ecosostenibile ed integrato con l’economia esistente. 
Dopo la fantastica esperienza della prima edizione delle Camminate Gioachimite che per la prima volta ha portato degli escursionisti a percorrere a piedi i sessanta chilometri che dividono l'abbazia di Corazzo da San Giovanni in Fiore, sede dell'abbazia florense, gli organizzatori hanno ritenuto di dover tramutare in un progetto diversamente articolato l'esperienza dei "cammini". Il Cammino di Gioacchino diventa il progetto di una rete di sentieri di centinaia di chilometri, in prevalenza sull’altopiano della Sila in Calabria, che unisce i luoghi che videro la presenza del famoso abate calabrese e la cittadina di San Giovanni in Fiore, custode dell’Abbazia Florense e delle spoglie dell’abate. Il Cammino consente così di unire diverse realtà territoriali legate al patrimonio monumentale, artistico, storico e paesaggistico della regione, coinvolgendo l’altopiano della Sila in un progetto che veda come prioritaria la tutela del territorio.
A questo scopo la Asd Calabriando e il Comitato UISP di Catanzaro hanno predisposto una bozza che i rispettivi presidenti, Walter Fratto e Riccardo Elia, hanno sottoposto all'attenzione degli enti e delle realtà locali per evidenziare possibili sinergie e unità di intenti su un percorso condiviso e da costruire, che veda coinvolta l’intera economia del territorio silano nel segno di Gioacchino da Fiore. All'iniziativa tenutasi a Taverna, presso la splendida sala convegni della BCC Banca del Catanzarese, sono intervenuti Flavio Alfredo Talarico, presidente della BCC Banca del Catanzarese, Sebastiano Tarantino e Pino Gigliotti, rispettivamente sindaco e consigliere di Taverna, Marco Gentile UISP Catanzaro, Gabriele Mancina consigliere comunale di San Giovanni in Fiore, Mario Talarico, sindaco di Carlopoli, Domenico Gallelli, sindaco di Zagarise, Giorgio Le Pera, Andrea Muto e Alberto Morelli, rispettivamente sindaco, vice-sindaco e assessore del Comune di Aprigliano, Davide Zicchinella,  sindaco di Sellia e consigliere della provincia di Catanzaro, Barbara Donetta, assessore del comune di Fossato Serralta, Salvatore Tozzo, vice-sindaco di Magisano, Massimo Iiritano, filosofo e autore di pubblicazioni sulla figura di Gioacchino da Fiore, Eugenio Attanasio responsabile della Cineteca della Calabria e regista del documentario “Il Cammino di Gioacchino, Felice Izzi presidente della Lega Regionale UISP di atletica leggera, Raffaele Alberto imprenditore italo-americano, Antonio Mangiafave, responsabile  Progetto Gedeone, Salvatore Mustari, presidente dell'ASD Naturalmente Sport di Catanzaro, Gianfranco Mangani e Valeria Failla, in rappresentanza del Movimento Adulti Scout Cattolici Italiani, Antonio Piccolo e Mario Silletta dell'associazione Eco Trails Srls di San Giovanni in Fiore, Maria Puleo, proloco Taverna. Nel corso del dibattito, moderato da Carmelo Sanzi, UISP Catanzaro,  si sono approfonditi alcuni temi legati al pensiero di Gioacchino da Fiore, ma soprattutto le tematiche inerenti gli obiettivi del progetto e le azioni previste da attuare in collaborazione con i soggetti coinvolgibili.
Si è chiesto, quindi,  a tutti i presenti di dare adesione formale  al  progetto proposto, che avrà ricadute positive sull’economia locale, sul turismo e sull’attività sportiva all’aria aperta, nel pieno  rispetto delle preesistenze naturali e culturali. Tutti hanno dato il loro contributo dichiarandosi a vario titolo, e alcuni con aperture importanti, disponibili a supportare il progetto UISP. Le conclusioni dei lavori sono state affidate a Santino Cannavò, Presidente Lega montagna UISP. Nell’occasione è stato presentato il trailer del docufilm “il Cammino di Gioacchino” del regista Eugenio Attanasio (Cineteca della Calabria), girato la scorsa estate (proprio in occasione della prima edizione delle camminate effettuate dagli sportivi della Uisp sui sentieri silani che videro la presenza dell’abate) e che parteciperà alla prossima edizione del Trento Film Festival, rassegna internazionale del cinema di montagna.
Tutti gli interventi dei convenuti sono stati accompagnati dalla.........

martedì 9 febbraio 2016

Simeri Mare; per la richiesta di variante di lottizzazione sul Golf Resort chiesta da Italia Turismo il comune chiede prima il progetto dettagliato dei lavori da eseguire.

Simeri Mare:Lottizzazione Italia Turismo
PRIMA IL PROGETTO DI VARIANTE


Convocata dalla presidente del consiglio comunale Clementina Colao, si è riunita la conferenza dei capigruppo per la valutazione dell’iter che il consiglio dovrà seguire per l’avvio del procedimento amministrativo relativo alla richiesta d’esame della proroga con variante della convenzione di lottizzazione di Italia Turismo spa del 2006, per lo sviluppo integrato del polo turistico della località “Chiusa di Baracco” di Simeri Mare.
Il consigliere Luciano Corapi rappresentava la maggioranza, mentre per la minoranza era presente il consigliere Giancarlo Nagero. Hanno assistito anche il consigliere Alessio Zangari (già assessore al turismo), l’assessore Antonio Domenico Zangari e il responsabile dell’UTC Domenico Sgrò;assente giustificata la capogruppo della “Svolta”, Maria Costa.
Il sindaco Marcello Barberio ha fornito ai presenti copia della nota 193/2016, con la quale Italia Turismo spa ribadisce la volontà di realizzare l’intervento del Simeri Golf Resort, per l’ultimazione dei cui lavori è stata richiesta al Ministero dello Sviluppo Economico la proroga al 2018, con la precisazione che finora non sono stati richiesti né elargiti i finanziamenti pubblici previsti nel contratto di programma.
Si è preso atto che il PdL del 2006 era considerato l’aggiornamento  del piano del 2004, con interventi di rimodulazione di opere di riqualificazione e ampliamento dei villaggi turistici esistenti, per il rilancio del settore turistico, con funzione trainante dell’economia, mediante un’offerta diversificata per la destagionalizzazione dei flussi turistici, in modo da fare assumere alle iniziative carattere di assoluto interesse regionale, per la creazione di un polo turistico integrato.
Questo quando ancora la crisi generale non aveva prodotto i suoi effetti negativi sull’economia e sui consumi, che hanno pesantemente condizionato anche i flussi turistici e la qualità dell’offerta.
La volumetria assentita dal piano era di 463.510 mc, di cui sono stati realizzati 125.118 mc.
Relativamente al sistema infrastrutturale (reti fognarie, idriche, telefoniche, di distribuzione dell’energia elettrica e del gas), la proposta di Italia Turismo prevede  varianti distributive delle opere di urbanizzazione esistenti, in alcuni lotti, come la rilocazione dei parcheggi e della viabilità d’accesso e di servizio, opere integrative per l’adeguamento della viabilità pubblica, illuminazione dei parcheggi, viabilità pedonale e ciclabile.
La conferenza prende atto che............

lunedì 8 febbraio 2016

San Pietro Magisano Brutto incidente vicino il bivio Arsanise; un uomo finisce con il camioncino dentro una scarpata,necessario l'intervento dei vigili del fuoco e dell'elisoccorso.

Un incidente stradale si è verificato a San Pietro Magisano, in provincia di Catanzaro. Secondo le prime ricostruzioni delle forze dell’ordine intervenute sul posto per gli accertamenti del caso, un camioncino, per cause in corso di accertamento, sarebbe scivolato in una scarpata.
L'uomo, D. C., per un malore sarebbe uscito di strada lungo la Provinciale 25 all'altezza del bivio con Arsanise. A prestarei primi soccorsi sarebbero stati due operai della Provincia che erano sulla strada per effettuare la pulizia del tratto stradale. Sul posto sono intervenuti vigili del fuoco e i carabinieri di Zagarise. Necessario poi l'arrivo dell'elisoccorso per ......