09.11.2009 - 09.11.2017.... da 8 anni insieme a voi. Auguri al nostro blog del Comprensorio

Sellia Marina

                                             Sellia Marina

Il piccolo casato di Sellia Marina era l'avamposto a mare della Baronia di Sellia. È comune autonomo dal 1956, con legge istitutiva N. 1439 del 13 dicembre dello stesso anno. Prima di tale era una frazione del comune di Sellia. l suo vasto territorio comprende terreni che appartenevano ai comuni di: Sellia, Soveria Simeri, Magisano, Albi, Sersale e Cropani. La popolazione in costante crescita è passata da meno di mille abitanti( sparsi nelle varie contrade) sino a arrivare attualmente a oltre settemila abitanti.Parallelamente diminuisce la popolazione di Sellia, paese da cui ha avuto origine Sellia Marina (del 48,20% in trenta anni). Diminuisce anche la popolazione dei Comuni di Magisano e di Albi (da cui hanno avuto rispettivamente origine le due principali frazioni di Sellia Marina: Uria e Calabricata). Sellia marina si protende sul mare con oltre 10 km di spiaggia. Sellia Marina conta diverse frazioni: Calabricata, Uria,
Feudo de Seta, Frasso e La Petrizia,Ruggero solo per elencarne alcune note che insistono sul territorio comunale.
Il Comune come entità territoriale, è posto fra i fiumi Simeri, che nasce dai monti della Sila Piccola e sfocia nel mare Jonio, e il Crocchio , parallelo al Simeri per snodo e corso.
Le origini sono antichisime e risalgono ai primi insediamenti abitativi di Sellia, nella conte del "Sinu Schiallatico".
La sua fondazione risale al 1700 quando nuclei di contadini per lo più legati da vincoli di parentela scesero da Sellia a coltivare i vasti terreni incolti.
Successivamente , ritenuta un luogo ideale per svernare della patria Sellia, diviene un agglomerato di ben 13 "rioni", alcuni dei quali intitolati dal nome di antiche e nobili famiglie.

6 commenti:

  1. Salve, ho notato che da qualche mese sono state "messe" delle pensiline per le fermate del pullman.Bella Idea!!!Peccato sembrino fuori norma e pericolose!! Non sono assolutamente ancorate,fissate ad un adeguata piattaforma di cemento, non sono abbastanza protettive dagli agenti atmosferici perche non ci sono i pannelli. Son buttate li come se le avessero poggiate momentaneamente (ce quella di via frischia che è accanto la spazzatura e con la conetta che l'attraversa...e qndo piove??).Quelle pensiline invece di proteggere la gente, la mette in pericolo. Io personalmente nn ci sosterei ad aspettare autobus:D. Sapendo come è andata la storia dlle pensiline non dobbiam prendercela tanto con l'amministrazione ma prendercela con chi le ha messe,ovvero, Cataldo Gravino "_".Ha fatto disperare, ritardare e rovinare la storia delle pensiline, che poteva essere un utile cosa.Soldi spesi male!!!!ciaooo

    RispondiElimina
  2. caro sindaco,cara amministrazione,carissimi dipendenti,avrei voluto scrivervi di fondi europei,di bilancio di programmazione,di programmi per vincere le elezioni,di contratti di lavoro migliorati,di premi produttività...... ma..ma...e perdonatemi.....sellia conta circa 7000 abitanti,vi sono moltissimi residente che ne conoscete ne vengono a farsi conoscere,pero' spendono...spendono nei vostri supermercati,nelle vostre officine,nei bar,farmacie e pagano le tasse,mi riferisco a quelli che vi abitano realmente tutto l'anno,ma allora perchè solo in estate fate quancosina,mentre per tutto l'inverno ci lasciate con buche,senza luce,e senza servizi? vi volevo solo dire che poi siamo noi che votiamo e che spendiamo,solo questo..con stima rispetto e cordialità.buone vacanze....

    RispondiElimina
  3. caro anonimo il sindaco non avrà mai il coraggio (scrivo coraggio per essere educata) di risponderti perchè il primo ad avere rovinato il nostro paese è stato lui. Ha mangiato sulle nostre spalle insieme ai suoi seguaci. prova a chiederle se ha aggiustato la strada che lo porta a casa sua......oppure quella dove camminano i suoi seguaci....L'errore è stato il nostro per aver riconfermato la sua carica e quella degli altri... ma ringraziando il cielo gli anni passano e anche in fretta....ma ahimè il debito è cresciuto perchè?...per colpa di chi..? chi è che rappresentava il nostro paese...? chi lo governava...?se mi candido a sindaco so che ho dei diritti e dei doveri...i diritti se li è presi tutti soprattutto quelli di tutelare gli intimi....ma i doveri....io dalla vergogna mi chiuderei in casa...lui invece sembra il papa...ma la pacchia sta per finire....

    RispondiElimina

  4. sapete come si chiama la coalizione della nostra giunta? UNITI PER IL BENE COMUNE...ma de chè....ma quale bene.ve lo dico proprio come la penso "questi vogliono bene solo alla...... gira e rigira si aggiustano solo i fattacci loro........... alla faccia nostra...sapete cosa vi dico... votateli di nuovo pecchi siccomu su meritanu...vanno pure in chiesa ma a fare cosa.. non che io sia una praticante però nemmeno così sfacciata. che diamine un pò di ritegno...

    RispondiElimina
  5. SCUSATEMMI ma vorrei porvi una delle tante domande che volevo farvi in anni precedenti,non avendo il computer,ed ora invece disoingo,e la domanda,una delle tante che vi faro' oggi e nei prossimi mesi e' questa: ma cosa aspettano ha fare i lavori del dopo alluvione nelle LOCALITA' RIVACHIARA-CHIARO-RUGGERO? Il ponte crollato dalle abbondanti acque dello scorso alluvione,e in felice veduta sulla SS 106,il ponte sul torrente URIA,non ne parla nessuno? forse resta come parte di una storia .........alla prossima!

    RispondiElimina
  6. Buongiorno, volevo segnalare lo stato di degrado a cui sono state ridotte le zone adiacenti al bivio di Calabricata in Sellia Marina dopo la realizzazione del semaforo sulla ss 106.
    Lo spiazzale sterrato dove potrebbe essere realizzata una piazza, la zona dove sorge il portale barocco (ritratto spesso nella cartellonistica e sul sito del comune di sellia marina) spogliata degli eucalipti e ridotta in uno stato pietoso.
    Benvenuti a Sellia Marina

    RispondiElimina